Snow Leopard: kernel a 64-bit per molti ma non per tutti

Apple ha molto pubblicizzato la natura a 64 bit di Snow Leopard, affermando che si tratta del primo Mac OS X scritto a 64-bit da capo a piedi.
Nelle ultime seed consegnate agli sviluppatori, è allegata una tabella che spiega con precisione quali Mac supportano l’avvio con il kernel a 64-bit.

Solo gli XServe quindi beneficeranno all’avvio di un kernel e di driver a 64-bit, mentre gli altri Mac in tabella avvieranno con un kernel a 32-bit.
Per modificare questo comportamento di default, e avviare quindi a 64-bit, vi sono tre strade:
 

1) tenendo premuti i tasti ‘6’ e ‘4’ al momento del boot.

Questa modalità è volatile, nel senso che la modifica non è permanente, poiché al successivo riavvio si torna a 32-bit

 

2) modificando il file /Library/Preferences/SystemConfiguration/com.apple.Boot.plist cercando

<key>Kernel Flags</key>
<string></string>
e sostituendolo con:
<key>Kernel Flags</key>
<string>arch=x86_64</string>

Questa modifica è permanente e resiste ai successivi riavvii del sistema

 

3) intervenendo direttamente sul firmware, digitando nel terminale:

sudo nvram boot-args="arch=x86_64"

 

Tutti gli altri Mac, quelli non elencati in tabella, potranno avviare solo con un kernel a 32-bit, e le tre modalità indicate non avranno alcun effetto, anche in presenza di una CPU a 64-bit e di un EFI64.

Per scoprire in quale modalità ha avviato il Mac, è sufficiente lanciare System Profiler, e guardare nella sezione "Dati software di sistema":

“Vengo anch’io? No, tu no!”

…cantava Jannacci. Si tratta di due limitazioni imposte volutamente da Apple, poiché:

 

  • gli EFI32 possono avviare i kernel a 64-bit senza problemi
  • anche in presenza di un EFI64, alcuni Mac non possono avviare Snow Leopard con un kernel a 64-bit

 

Le ragioni dietro questa scelta stanno nel fatto che molti driver di terze parti (stampanti, scanner, schede audio, ecc.) non esistono ancora nella versione a 64-bit: un kernel a 64-bit richiede estensioni a 64-bit; stesso discorso per il 32-bit.

Windows e Linux hanno completato la transizione a 64-bit perché hanno semplicemente iniziato prima.

 

Buone notizie, comunque…

Ecco la nota ufficiale di Apple:

The 32-bit kernel fully supports 64-bit applications, all system libraries that 64-bit applications use are fully 64-bit, and 64-bit applications have a full 64-bit virtual address space of 16 exabytes available to them on Mac OS X. The primary benefit of a 64-bit kernel is to improve the efficiency of accessing over 32GB of RAM.

 

Anche se in presenza di un kernel a 32-bit, le applicazioni a 64-bit trarranno benefici, e tutto il sistema nel suo complesso. Solo in presenza di enormi quantitativi di RAM installata (32GB) un kernel a 64-bit farebbe la differenza.

Apple rimuoverà un domani le limitazioni imposte (e rilascerà un Aggiornamento Firmware EFI64 per le sue CPU ora con EFFI32), oppure userà questi impedimenti per accelerare l’obsolescenza di molte macchine e venderne così di nuove?

Sono solo speculazioni, lasciamole fare agli altri. :-)

Re: Snow Leopard: kernel a 64-bit per molti ma non per tutti

aggiungiamo per coloro ai quali fosse sfuggito, come fare per sapere se la propria CPU può partire con un kernel a 64 bit.

Dal terminale digitate:

 

 

ioreg -l -p IODeviceTree | grep firmware-abi

 

 

se ottenete come risposta EFI64 allora potrete beneficiare del kernel a 64-bit.

Apple ha fatto bene a disabilitare questa funzione nei computer personali, in caso contrario praticamente nessuna periferica oggi funzionerebbe :-)

--
Giuliano Michelini
Musimac Staff

Re: Snow Leopard: kernel a 64-bit per molti ma non per tutti

Messa sotto questa luce mi sembra la decisione migliore... infatti da un lato si rischiano meno problemi di compatibilità e dall'altro bisogna dire che nessuna macchina Apple attualmente supera i 32 gighi di RAM (non so i server però). Poi immagino che sulle macchine future, che potranno superare tale limite, ovviamente SnowLeopard sarà abilitato completamente a 64-bit.
Comunque appena lo compro proverò a farlo girare a 64 sul mio MBP di fine 2007, che ha un EFI64, e vediamo che succede ;)

______________________________________________________________

"There is only one good use for a small town...
You hate it! And you know you have to leave…"

Re: Snow Leopard: kernel a 64-bit per molti ma non per tutti

En passant, quando nelle Preferenze di Sistema si accede a un pannello terze parti (quindi, al momento attuale, prevedibilmente a 32 bit) come MacFUSE o Perian, generalmente residente nella sezione Accessori, l'applicazione Preferenze di Sistema si riavvia in modalità 32 bit per poter operare correttamente.

---
Roberto Giannotta
Trieste, Italy

Re: Snow Leopard: kernel a 64-bit per molti ma non per tutti

Stephen Foskett ha pubblicato in un suo recente articolo un'esauriente tabella sul supporto che ogni hardware MacIntel ha per le funzioni di SnowLeopard, molto utile per sapere di cosa godranno i nostri Mac dopo l'aggiornamento e di cosa sarà invece a noi privato a causa dei requisiti hw non conformi. La tabella è reperibile a questo indirizzo:
http://blog.fosketts.net/2009/08/24/mac-...

______________________________________________________________

"There is only one good use for a small town...
You hate it! And you know you have to leave…"

Re: Snow Leopard: kernel a 64-bit per molti ma non per tutti

Risposta affermativa... EFi 64 !

"Apple ha fatto bene a disabilitare questa funzione nei computer personali, in caso contrario praticamente nessuna periferica oggi funzionerebbe :-)"

Quoto appieno ! Già mi vedevo la fila fuori dagli Apple store di gente incazzata e con grida: Aooo nun me funziona questo... nun me funziona quest'altro.. !

:-))

Re: Snow Leopard: kernel a 64-bit per molti ma non per tutti

Apple ha fatto bene a disabilitare questa funzione nei computer personali, in caso contrario praticamente nessuna periferica oggi funzionerebbe.

 

Apple ha fatto bene a rendere l'avvio di default a 32-bit, perché come dice bene Dave, la gente fuori dagli Apple Store avrebbe inveito e imprecato.

Apple però ha fatto male, malissimo, a impedire che alcuni Mac con CPU a 64-bit possano essere avviati con un kernel a 64-bit su richiesta dell'utente, così come avviene per gli altri Mac abilitati. Su questo secondo punto, il discorso legato ai driver non aggiornati non regge.

--
Gabriele Caniglia – Musimac Staff
Twitter: netrelay

Re: Snow Leopard: kernel a 64-bit per molti ma non per tutti

"Su questo secondo punto, il discorso legato ai driver non aggiornati non regge."
Quoto appieno anche questo commento... infatti se il discorso si riduce ai driver, mi ricordo che anche il "vecchio" Leopard alla sua uscita lascio' tutti con a piedi x un paio di settimane, fino all'arrivo degli aggiornamenti dei driver delle periferiche, da parte dei produttori... ricordo che Motu mise a disposizione i driver aggiornati a tempo di record, ma ricordo anche che un mio amico, rimase a piedi con una RME Firefice 400, x 2 mesi... :-)))

Re: Snow Leopard: kernel a 64-bit per molti ma non per tutti

Ciao, scusate ma il QuickTime H.264 Hardware Acceleration sul mio mac pro 2008 non fungera' perche' non ho una scheda video nvidia o per quale "altro motivo"?

Grazie.(ps.:ho ordinato oggi il snow leopard)

----------
Damiano,
Genova.

Re: Snow Leopard: kernel a 64-bit per molti ma non per tutti

IMHO la apple ha fatto male a rimanere 2 anni indietro rispetto a winzoz

Re: Snow Leopard: kernel a 64-bit per molti ma non per tutti

IMHO la apple ha fatto male a rimanere 2 anni indietro rispetto a winzoz

 

Io, invece, penso che molti utenti windows si sarebbero accontentati di usare un sistema a 32 Bit... funzionante!

E molti altri...stanchi...si sono convertiti...o sbaglio?

; )

Re: Snow Leopard: kernel a 64-bit per molti ma non per tutti

In realtà, se guardiamo nel complesso, Windows è indietro ad Apple per ben più di due anni... :->

---
Roberto Giannotta
Trieste, Italy

Re: Snow Leopard: kernel a 64-bit per molti ma non per tutti

beh, si, avete ragione ... che dire ... il passaggio da winzoz a mac os mi ha reso felice per molti aspetti (anche se per altri no) e pure il mio macbook pro i soldi in più rispetto ad un piccì li vale tutti per la sua silenziosità la batteria il trackpad ... safari ... non ha rivali! ce l'ho solo con la apple che mi ha fatto (un paio di anni fa circa) scegliere per un os a 64 bit (allora vizta ... ohibò) escludendomi per tutto sto tempo dal mitico mondo della mela.

ciauz