Apple e l'età dell'alluminio

di Roberto Lanzo e Giuliano Michelini

La tentazione è forte…

Si sa, la presentazione di un nuovo Mac è sempre un evento che non può lasciare indifferenti gli affezionati di Apple e questo a maggior ragione quando si tratta di un laptop, categoria dove da sempre l’azienda di Cupertino ha collocato alcuni dei suoi migliori cavalli di battaglia.
E così, anche se già si possiede un Computer appartenente alla serie precedente, magari acquistato solo da pochi mesi e del tutto adeguato alla proprie esigenze, la tentazione di recarsi in un negozio per comprare il nuovo, è sempre forte.
Meno degli altri, noi di Musimac facciamo eccezione a questa regola e con il mito del musicista itinerante sempre in mente, non ci siamo mai fatta scappare l’occasione di mettere alla prova un portatile, soprattutto se piccolo e veramente trasportabile.

Così è stato fino ad oggi e tanto per non smentirsi completamente, anche stavolta dopo la presentazione dei nuovi MacBook e MacBook Pro Aluminium, una tentazione forte effettivamente c’è stata … quella di lasciare a marcire nei magazzini, le nuove “meraviglie” di Apple.
Inutile far finta di nulla, le scelte adottate da Jobs e, compagnia stavolta non possono essere condivise da chi, come i lettori di queste pagine, fa un utilizzo così specifico del Computer.
L’eliminazione della porta Firewire 400 dai MacBook e MacBook Pro (molto più grave sui primi dove era l’unica FW disponibile) e l’adozione su tutta la gamma degli schermi lucidi, ci lascia del tutto interdetti e stupefatti.

Soprattutto i MacBook, un tempo sempre consigliati su Musimac, sono così mutilati di una feature fondamentale per l’utilizzo in campo audio, dove la maggior parte delle interfacce di un certo livello, non sono dotate di porte USB. A questa regola, non fanno eccezione neppure le periferiche audio di Apple/Apogee (l’Ensemble e la Duet, già provate su queste pagine), una delle quali è espressamente pensata per l’utilizzo Mobile ed in quest'ottica, sembra quasi che la mano sinistra di Apple, non sappia cosa sta facendo la destra.
Inoltre, malgrado le specifiche dicano il contrario, abbiamo più volte verificato che le prestazioni degli HD esterni collegati via USB, non equiparano di certo quelle degli stessi collegati via FireWire.

Potremmo continuare la lista nera (impossibilità di collegare videocamere DV, assenza di avvio in modalità disco ecc.), ma veramente preferiamo non infierire, la situazione è questa, c’è poco da fare e difficilmente rivedremo la Firewire sui laptop di fascia bassa di Apple. Infatti, raramente Apple e Jobs sono tornati sulle loro decisioni sulla politica tecnologica dei Mac.

Ed è proprio questa considerazione che ci ha spinti a superare l’iniziale riluttanza ed a provare comunque il nuovo MacBook, nella versione da 2.4 Ghz. In fin dei conti, chi desidera un portatile poco ingombrante su quale far girare Mac OS X, (non consideriamo il MacBook Air, decisamente pensato utenza lontana dal mondo dell'audio), non ha alternative, a meno di non prendere in considerazione l'acquisto dell’entry level della serie precedente (Mac Book Bianco 2.1 Ghz), che Apple ha opportunamente lasciato a listino.

La confezione ed il suo contenuto

Solita bella scatola, curata in tutti i particolari, il nuovo MacBook non si smentisce in questo.
All’interno però, regna la desolazione e seguendo la linea intrapresa da Apple già da un po’, non troviamo né il telecomando né alcun adattatore video.
I nuovi MacBook non sono neppure particolarmente economici, soprattutto il modello in prova ed in tutta sincerità, pensiamo che un piccolo sforzo Apple avrebbe anche potuto farlo.
Tra l’altro, non è possibile neppure riciclare i vecchi adattatori video, visto che la nuova connessione (Mini DisplayPort) richiede quelli specifici.
Mandiamo giù questo ennesimo boccone amaro e ci rechiamo all'Apple Store di Lunghezza per comprare un adattatore DVI (29€).
Un commessa gentile, ci consegna l'oggetto e dice:

"Mio fratello è arrabbiato nero, vorrebbe comprare anche lui il nuovo MacBook ma non può, sapete, lui ci fa musica ..."

 

 

 

 

 

 

Usciamo dal negozio anche più nervosi di quando ci siamo entrati ...

 

Com’è fatto?

Metà della presentazione dei nuovi Laptop di Apple, è stata incentrata sulle modalità e qualità costruttive. Tralasciando il fatto che già questo fatto a nostro parere evidenzia una certa mancanza di argomentazioni veramente appetitose, dobbiamo ammettere che il MacBook Aluminium fa un discreta figura sotto questo profilo. L’estrusione della Chassis da un singolo pezzo di Alluminio, non solo ha donato una notevole rigidità alla struttura, ma ha anche permesso di eliminare qualunque vite alla vista superiore e tutto l’insieme ha acquistato compattezza. Le dimensioni esterne non sono cambiate rispetto al predecessore, tranne lo spessore, che si è leggermente ridotto insieme al peso complessivo.

Sotto il profilo estetico per la verità, la tastiera nera ed il bordo dello schermo dello stesso colore, potrebbero non piacere a molti, ma quest’ultimo è generalmente considerato un vantaggio per la visibilità del display. La tastiera è retroilluminata nel modello in esame, con temporizzazione impostabile da pannello di controllo. Abbiamo apprezzato moltissimo questa feature, assente nella serie precedente di MacBook e che però, è disponibile solo sul modello da 2.4 Ghz.
E' stata eliminata la possibilità di impostare la modalità "tastierino numerico".


Sulla parte inferiore, lo scomodo sistema di blocco del pannello che ricopre la batteria e l’HD, è stato sostituito da una più pratica levetta.
Purtroppo, gli Slot della Ram sono adesso accessibili solo asportando l’intero pannello posteriore, tenuto in sede da 8 minuscole viti. Ci consoliamo con l’HD, per rimuovere il quale è sufficiente svitarne una sola.

Il nuovo schermo illuminato a led, non delude le aspettative ed è definito e decisamente più brillante del precedente, al punto tale che spesso abbiamo preferito abbassare di un paio di punti la luminosità. Questo non può che ripercuotersi positivamente sulla sulla durata della batteria.
inoltre, ci è parso più refrattario allo sporco ed alle ditate, ma soprattutto più robusto e facile da pulire. La sua superficie infatti è rigida e toccandola con un dito, non appaiono le consuete "deformazioni" dell'immagine sullo schermo.
Inoltre la mancanza dello "scalino" tra il bordo del vetro e lo chassis permette una pulizia prima impossibile con i vecchi modelli.
Un bel passo avanti.

una bella differenza tra i due monitor, come potete notare in questa immagine…

 

Altro elemento di spicco, è decisamente la nuova Trackpad, che occupa una superficie molto maggiore della precedente.
Come tanti già sapranno, non è dotata di pulsante ma può essere “cliccata” in ogni punto, nonché “manovrata” con una, due tre o addirittura quattro dita contemporaneamente. Le sue nuove funzionalità sono chiaramente spiegate nel pannello di controllo dedicato, dove appaiono della animazioni che ne illustrano l’utilizzo.
I pareri su questo nuovo sistema di input sono discordi, ma abbiamo notato che chi già utilizzava le funzioni avanzate delle Trackpad precedenti (fino a 2 dita) faticherà di meno a trovarsi a proprio agio con questa. Noi ne siamo rimati colpiti molto positivamente da subito, abbiamo apprezzato appieno le nuove funzioni e speriamo che presto venga implementato il suo utilizzo nei programmi dotati di Timeline, come Logic e FCP (per esempio, si potrebbe realizzare un JogShuttle virtuale). Inoltre, la sua scorrevolezza, forse perché nuova, è molto migliore di quella dei vecchi MacBook, dove l'attrito era decisamente maggiore.

 

Profilo tecnico

Non possiamo certo dire che questa generazione di MacBooks non sia qualcosa di totalmente nuovo e sono presenti parecchie novità, sia fuori che dentro, anche se non tutte positive.
Ridisegnata la scheda madre, totalmente nuova, priva di chipset firewire (e quindi nessun target disk mode), ma soprattutto una nuova configurazione per processori e bus.
I primi, sono disponibili in versione da 2 o 2,4GHz, equipaggiati con 3MB (condivisi) di cache sul chip, che dialoga con la CPU al suo stesso clock. La velocità del bus, spesso un piccolo collo di bottiglia nei portatili, è ora incrementata a 1066MHz.
In passato, le prestazioni della cache e del BUS/RAM, hanno penalizzato pesantemente le prestazioni dei Computer in campo audio e ricordiamo i alcuni modelli di Apple (l'iMac 800 a semisfera per esempio) che ai nostri test hanno decisamente fatto una pessima figura, proprio perché insufficienti in questi settori.
Apple dichiara che i nuovi portatili supportano 4GB di ram, ma su Macsales (supportati dalle prove di barefeats) hanno già testato la possibilità di installarci tranquillamente e in modo stabile ben 6GB di ram totali.
In linea teorica anche gli 8 GB sarebbero installabili, ma la macchina diventa instabile:
http://www.macrumors.com/2008/10/24/new-macbook-pro-does-not-support-8gb-ram-for-now/
Non è detto che la questione non venga risolta in futuro ma per quanto ci riguarda, per ora preferiamo restare all'interno delle specifiche di Apple.
Naturalmente, anche con i 2 GB di RAM di default è possibile lavorare tranquillamente se si utilizzano sessioni contenenti soprattutto audio, ma nel caso in cui si faccia un pesante utilizzo di Virtual Instruments, soprattutto se basati su campionamento, pensiamo sia consigliabile sin da subito installare 4GB di Ram.
I dischi, ovviamente in standard SATA, vengono offerti in tagli da 160 fino a 320GB. Esistono anche le soluzioni allo stato solido, ma come sappiamo sono costose e per ora musicalmente poco utilizzabili.

Novità anche per il drive ottico, a differenza della serie precedente, anch'esso in standard SATA.
Purtroppo, il suo connettore non è identico a quello utilizzato per gli HD e la sua sostituzione con un secondo disco, non è un'operazione così ovvia.
Peccato, vista l'assenza della FW, questa operazione sarebbe stata ancora più apprezzata ed aspettiamo che terze parti, come già è successo in passato (http://www.mcetech.com/optibay/index.html), propongano una loro soluzione.

Un'altra rilevante novità è data dalla sezione grafica, che nel modello PRO è addirittura in configurazione multi GPU. Il chip NVIDIA GeForce 9400M è certamente un grosso balzo avanti per queste macchine e l'uso della memoria condivisa non è più un problema. Il chip grafico supporta il desktop esteso fino ad una risoluzione di 2560 per 1600 pixel tramite il display port.
Questo connettore è un'altra delle mosse a sorpresa di Apple che potrebbe lasciare perplessi ma che forse a lungo andare si rivelerà azzeccata. Il display port è compatibile con il DVI e l'HDMI tramite adattatori (in effetti, abbiamo usato l'adattatore per anni nel collegare i monitor esterni, uno nuovo non ci cambia la vita) e supporta un flusso di dati eccellente; inoltre è l'accoppiata perfetta dei nuovi monitor Apple (ma va?).

Il resto delle porte è quasi invariato: due USB, il magsafe e il connettore ethernet gigabit.
I terminali audio rimangono fortunatamente gli ottimi combo analogico/digitale che come vedremo, torneranno ancora più utili questa volta. Anche in questo settore c'è stata una miglioria e il macBook Aluminium è compatibile con le cuffie-micofono di iPhone. Questo permetterà di utilizzarle con iChat e compagnia, registrare appunti vocali ecc.
Cambia il design della batteria, ora meno potente della precedente, scelta resa possibile probabilmente dall'adozione del nuovo e più parco Display. Dalle prove fatte, l'autonomia non ci è apparsa per nulla ridotta.

 

Ed adesso che ci collego?

Veniamo al sodo, la porta FW non c’è ed abbiamo 2 USB a disposizione come uniche possibilità per collegare periferiche esterne. Lo scenario per ciò che riguarda le interfacce audio USB non è dei migliori e la maggior parte dei modelli in commercio di una certa qualità, sono in standard Firewire. Non essendo questa la sede per passare in rassegna il listino di tutte le aziende del settore, ci limitiamo a segnalare la MOTU 828 MKII in versione USB (l’MKIII è solo FW).

Per gli HD invece non esiste problema e se ne trovano a bizzeffe, ma come saranno le prestazioni di questi?
Storicamente e soprattutto su Mac, la porta USB ha sempre esibito un Tranfer-Rate decisamente più basso rispetto alla FW, ma dall’avvento dei MacIntel, abbiamo constatato qualche miglioramento, anche se il divario continuava ad essere importante.
Abbiamo deciso allora di provare il MacBook Aluminium confrontandolo con un MacBook Core 2 Duo “Black” 2.0 Ghz, collegando lo stesso HD via USB sul primo e via FW 400 sul secondo.
Inoltre, per fugare ogni dubbio sulle prestazioni reali del disco stesso e sull'influenza che questo potrebbe aver avuto sul test, abbiamo inserito nel confronto anche il la prova dello stesso HD collegato direttamente ad una porta eSATA di un MacPro, situazione nella quale era in grado di esprimere il massimo delle prestazioni, privato del collo di bottiglia del bridge FW/USB.
Il disco utilizzato per il test, è stato un Samsung da 2.5", 5400 RPM, 320 GB, pieno per circa 2/3, in modo da simulare delle condizioni di utilizzo più realistiche possibile per un Laptop.

 

 

Come è possibile vedere dai grafici, la banda passante della porta USB 2 dei nuovi MacBook, non permette all'HD di superare i 34 MB/s, a prescindere dalle sue prestazioni.
Questo risultato però, si avvicina molto a quello ottenuto attraverso la porta FW del MacBook Black (38 MB/s massimi) e soprattutto, surclassa i precedenti Mac, in particolare i PPC, dove 16 MB/s rappresentavano già il tetto massimo raggiungibile.
Il fatto che il limite dei 34 MB della USB e dei 38 della FW400 siano dovuti all'interfaccia (almeno nei computer presi in esame), è dimostrato dal fatto che lo stesso HD collegato via eSATA, offre prestazioni sensibilmente migliori.
Inoltre, la leggera differenza a favore della FW, è visibile soprattutto nel test Sustained Read, che è il più facile da sostenere per l'HD ma anche il meno rappresentativo delle condizioni di utilizzo nelle quali il disco si viene normalmente a trovare, mentre nei test di lettura e scrittura random, le prestazioni sostanzialmente si equivalgono (e talvolta prevale il disco USB2).
Questa condizione si presenta di frequente nell'utilizzo audio, per esempio durante la lettura di librerie per virtual sampler molto voluminose e composte da numerosissimi campionamenti, o nella scrittura/lettura di molti audiofiles contemporaneamente, come accade registrando e riproducendo sessioni multitraccia.
Tutto questo per dire che in barba alle premesse molto poco esaltanti, le prestazioni di un HD collegato alla porta USB dei nuovi MacBook, sembrano essere sufficienti in molti casi, ed a volte addirittura indistinguibili da quelle ottenibili via FW 400 su di un MacBook di generazione precedente.

Per dovere di completezza, aggiungiamo che non tutti i dischi esterni provati hanno esibito le stesse prestazioni e sono sicuramente da preferire quelli di costruzione recente, dotati di bridge USB to SATA. Tra questi, abbiamo notato un lievissimo vantaggio di quelli “monoporta” (solo USB to SATA e non USB/FW400/FW800/eSATA to SATA), ma questo aspetto potrebbe essere un legato agli abbinamenti che abbiamo potuto provare.

Delle 2 porte disponibili sul MacBook, solo la prima (quella più vicina al MagSafe) è completamente dedicata, mentre la seconda condivide l’iSigth integrata con l’eventuale periferica esterna. Dalle nostre prove però, non siamo riusciti ad evidenziare alcun rallentamento derivante da ciò e le due porte sono apparse equivalenti.

Non abbiamo provato a collegare più periferiche alla stessa porta USB tramite un Hub, e rilevare l'eventuale abbattimento di prestazioni. Le variabili sarebbero veramente troppe e ci riserviamo di ritornare sull'argomento più in la.

Il BUS USB del MacBook Aluminium si è dimostrato perfettamente in grado di alimentare un HD esterno da 2.5” ma anche in questo caso, le “stranezze” non sono mancate.
Uno dei case esterni utilizzato per le prove infatti, ha funzionato correttamente con alcuni cavi (tra i quali quello in dotazione, lungo appena una decina di Cm.), ma non con altri.
E’ quindi importante prestare attenzione anche a questo aspetto per utilizzare un HD esterno alimentato direttamente dal BUS, pena il mancato funzionamento o addirittura, come è successo a noi, la corruzione della struttura del volume dell’HD.

Per ultimo, il MacBook Aluminium, si è avviato senza problemi dall'HD esterno collegato via USB. Viceversa invece e cioè trasformare il Computer in un disco di avvio (il cosidetto "Disk Mode), non è possibile fare. Come già abbiamo detto, l'eliminazione di questa feature pesa gravemente su questa macchina.

 

Prestazioni

Sulla carta, Il MacBook Aluminium non sembra offrire molto di più dei modelli precedenti sotto il profilo della potenza bruta e velocità del BUS Frontside e RAM a parte, non ci sono rivoluzioni in questo settore.
Abbiamo effettuato un confronto sempre con il MacBook Core 2 Duo del test precedente, che nella prova effettuata su Musimac a suo tempo, era riuscito a far suonare 17 tracce delle nostra Test Song prima di portare il processore al clipping.
Nelle stesse condizioni, Il MacBook Aluminium è riuscito a far suonare 21 tracce, totalizzando un margine all’incirca proporzionale alla differenza di Clock tra le due macchine.

 

 

Un risultato buono quindi, anche se non fa gridare al miracolo ed anzi, ricordiamo che il passaggio da processore Core Duo a Core 2 Duo, malgrado il clock invariato, produsse un risultato migliore in percentuale.

Dove invece non esiste alcun confronto, è nelle prestazioni della scheda grafica, settore nel quale la nuova macchina si è rivelata anche 5 volte più veloce del suo predecessore.
Di ciò se ne giova anche l’interfaccia grafica di Logic, dove anche in situazioni di carico pesante e monitor esterno in risoluzione 1920 x 1200, i meter sono responsivi e le finestra di arrange scorre fluidamente.

 

Un’alternativa all’interfaccia audio FW

Rimane il problema della carenza di interfacce audio di qualità da collegare a questa macchina, vista la povertà di offerta sul mercato di prodotti USB.
Abbiamo pensato allora di sfruttare una feature secondo noi troppo spesso trascurata dei computer Apple: la presenza delle porte ottiche.
Infatti, utilizzando gli appositi adattatori, gli IN/OUT analogici del MacBook si trasformano in altrettanti IN/OUT SPIDF Ottici, con frequenza di campionamento fino a 96 Khz.
A questa abbiamo collegato una ADI-2 della RME, ottenendo così ad un costo ancora accessibile, un sistema audio di altissima qualità, anche se solo stereo e privo di preamplificatori Mic/Instruments.


Un ulteriore vantaggio di questa soluzione, risiede nel fatto che la totale assenza di Drivers e di apparecchiature esterne controllate dall’OS, permette una stabilità senza precedenti.

In quest'ottica, ce la sentiamo di consigliarla a chiunque faccia audio con un Mac dotato delle porte ottiche (praticamente la totalità del listino attuale) e non abbia necessità di ulteriori IN/OUT.

 

Conclusioni

Non è facile tirare delle conclusioni nette per ciò che riguarda questo portatile di Apple, ma bisogna ammettere che alla resa dei conti, Il MaBook Aluminium si è dimostrato meno ostico di quanto non pensassimo nell'utilizzo in campo audio. Inoltre, come da premesse, il livello costruttivo, la nuova trackpad, lo schermo illuminato a LED e la tastiera retroilluminata (solo sul modello top), lo collocano decisamente una spanna sopra la serie precedente.
Rimane però il fatto che, malgrado la sorprendente performance esibita dalla sua USB2, l'assenza della porta FW compromette pesantemente il giudizio finale.
Nell'ottica del ridimensionamento, ci saremmo accontentati anche della MINI-FW a 4 poli priva di alimentazione già presente su molti PC compatibili e Camcorder, ma la sua totale eliminazione, di fatto preclude tutta una serie di importanti utilizzi.
In definitiva, sicuramente il MacBook può essere usato come macchina "satellite" di un sistema più completo, ma a differenza del passato, non ce la sentiamo di consigliarlo indiscriminatamente a chi utilizzando un solo computer, ha bisogno di registrare in multitraccia ed esige una certa qualità. La scarsità di interfacce USB sul mercato in grado di adempiere a questo compito, ne limita pesantemente il campo di utilizzo.

 

Le prestazioni sono più che buone, ma almeno per ciò che riguarda l'audio, non sembrano essere così distanti dai precedenti MacBook, che però erano dotati di interfaccia FW.
Insomma, una macchina non per tutti, ma solo per chi è disposto pur di averla, a rinunciare ad una feature importante e ad imbarcarsi in qualche "acrobazia" in più per poter effettuare operazioni che un tempo erano di routine.

Dopo tutta questa attesa, peccato davvero ...

 

Re: Apple e l'età dell'alluminio

Meno male che non l'ho aspettato ed ho comprato il mb bianco 2.4 ghz.
Nel frattempo, sempre amatorialmente, ci ho fatto 2 spettacoli, il mix di un demo, l'arrangiamento di un solo in un teatro.
E devo dire che anche se si sporca un pó é una macchina stupenda...il bianco

Re: Apple e l'età dell'alluminio

Quindi, di fatto, un macbook alluminium 2.4 Ghz, indipendentemente dagli altri computer che si possiedono, può essere usato "al più" come un registratore stereo di alta qualità.

Il tutto a € 1.499,00.

Mmm... tutto molto bello!

-----
Se abbiamo un animale in casa, è più intelligente di qualunque computer. [Steve Wozniak]

Re: Apple e l'età dell'alluminio

in realtà ci puoi fare molto altro... tipo mixare un lavoro professionale con numerose tracce. Oppure produrre musica e video e tutto il resto.
Ovviamente se serve un sistema multitraccia, "al più" bisogna comprare una scheda audio e, fortunatamente sono disponibili anche USB2 (vedi motu 828), come per altro bisognerebbe fare con qualunque altro mac.
I valori aggiunti sono altri, e sono nella tecnologia della macchina.

Le mancanze, direi, le abbiamo evidenziate pesantemente mi pare...
:-)



--
Giuliano Michelini
Musimac Staff

Re: Apple e l'età dell'alluminio

... Non saprei ... io ci sto finendo un disco di nove brani con sessioni che su ProTools, che una volta separate le sezioni di archi, la batteria ed aggiunte le voci, superano anche le 130 tracce.
Entro in studio, faccio sentire dallo stereo Out il lavoro che ho fatto con Logic ed il MacPro (miracolosamente, il MacBook con 4 GB RAM, riesce ad eseguire song con decine di V.I. pure assai pesanti), esporto i singoli Audiofiles via Ethernet verso il computer che contiene ProTools e tutto fila liscio.
Il MacBook Black della prova invece, aveva qualche difficoltà, credo essenzialmente per una questione di RAM (Apple dava quella serie come espandibile fino a 3 GB ed io ne avevo solo 2).

La libreria di samples, circa 500 GB tra Omnisphere, EXS24, Kontak3 ecc, l'ho messa su di un disco USB da 2.5", autoalimentato. Ammetto di essere stupito, ma tutto funziona (ma nell'articolo, ho spiegato il perchè).

Se devo registrare o suonare una chitarra che voglio processare tramite il Computer, entro nel MacBook con questo:
http://www.audient.com/audient/product/mico
che mi pare suoni meglio di qualunque interfaccia ... anzi, adesso vendo la Duet che utilizzavo solo per queste trasferte e non se ne parla più.

Per registrare/riprodurre multitraccia invece, esistono pochi prodotti da collegare a questo computer (non nessuno, pochi).
Personalmente, la cosa non mi fa ne caldo ne freddo, non registro/riproduco mai multitraccie e quando devo farlo, non è di certo ad un portatile che mi affido.

In ogni caso, tutte cose che la serie immediatamente precedente avrebbe potuto fare, con in più la FW. Però questa è un'altra machina, FW a parte, veramente di un altro livello soprattutto come finitura e costruzione ed a qualcuno interessano anche queste cose.

-
Roberto Lanzo

Re: Apple e l'età dell'alluminio

E' vero, c'è la 828 mkII... ma tolta quella su usb2 cosa rimane?

E se uno ha già la sua bella schede audio firewire e vuole usare quella?

Dimenticavo: se uno ha una duende, o una Powecore?

-----
Se abbiamo un animale in casa, è più intelligente di qualunque computer. [Steve Wozniak]

Re: Apple e l'età dell'alluminio

http://www.ediroleurope.com/product_over...
ad esempio
-
Il fatto che le chi possiede un'interfaccia FW non possa utilizzarla, è uno dei motivi per i quali nelle conclusioni abbiamo espresso un giudizio così severo su questa macchina, che altrimenti sarebbe perfetta.
Ovviamente non ci voleva di certo un test per scoprirlo e direi che ribadire è superfluo.

-
Roberto Lanzo

Re: Apple e l'età dell'alluminio

Che sia perfetta, con lo schermo lucido e basta, ho i miei seri dubbi.

Ok, oltre alla Edirol UA-101?
Su firewire ci saranno almeno una 30 di scelte; su usb2, due?

E se per caso non volessi scegliere una scheda usb2 perché fino a ieri tutti mi hanno detto che firewire è meglio nella gestione dei flussi audio, etc., etc.?

Inoltre:

Dimenticavo: se uno ha una duende, o una Powecore?

-----
Se abbiamo un animale in casa, è più intelligente di qualunque computer. [Steve Wozniak]

Re: Apple e l'età dell'alluminio

http://www.thomann.de/ie/alesis_multimix... http://www.thomann.de/ie/digidesign_mbox... http://www.thomann.de/ie/line6_ux8.htm http://www.thomann.de/ie/tascam_us1641.htm http://www.thomann.de/ie/esi_esu_1808.htm

ad esempio :-)

nessuno dice che la FW non era meglio averla...ha già espresso bene il concetto roberto.

p.s. se uno ha duende, certo non usa un computer da 990 euro per questo genere di cose. Si compra un mac pro o un mac book pro. Sorry, ma è così.

--
Giuliano Michelini Musimac Staff

Re: Apple e l'età dell'alluminio

Permettimi una cosa, Frapox ha solamente ribadito che anche se adesso é una macchina notevolmente migliorata nel case, monitor scheda video ecc, ma perché diavolo hanno tolto la fw 400 che era strautilizzata, gli utenti del mb sono sopratutto persone vicino all'audio, e poi, si sono tagliati cosí una GRANDE fetta di mercato.
Quí c'é davvero da pensare!

Re: Apple e l'età dell'alluminio

Vhi ha la Duende o la Powercore non compra il MacBook... mi sembra abbastanza inutile dirlo no? Faranno come tutti quelli che hanno bisogno di porte FW perchè hanno schede FW... il difetto è abbastanza sottolineato nella revisione, sta discussione mi pare sterile...

______________________________________________________________
"There is only one good use for a small town...
You hate it! And you know you have to leave…"

Re: Apple e l'età dell'alluminio

http://www.thomann.de/ie/alesis_multimix... http://www.thomann.de/ie/digidesign_mbox... http://www.thomann.de/ie/line6_ux8.htm http://www.thomann.de/ie/tascam_us1641.htm http://www.thomann.de/ie/esi_esu_1808.htm

UUh... quanta scelta... E poi mi sa che nel mezzo se ne salvano 3 al massimo.

nessuno dice che la FW non era meglio averla...ha già espresso bene il concetto roberto.

Non sto dicendo questo, sto cercando di capire quali sono le reali modalità di impego di una macchina senza firewire nel campo audio, guardando alle possibili alternative.

p.s. se uno ha duende, certo non usa un computer da 990 euro per questo genere di cose. Si compra un mac pro o un mac book pro. Sorry, ma è così.

Ma anche no.
A parte che il computer di cui stiamo parlando costa 1500€ e non 990, chi ha detto che devo avere per forza un MBP per farci andare la powercore? Non scherziamo, dai...

-----
Se abbiamo un animale in casa, è più intelligente di qualunque computer. [Steve Wozniak]

Re: Apple e l'età dell'alluminio

Se ti pare sterile non partecipare.

Chi ha detto che chi ha la Duende o la Powercore non compra il MacBook? Dove sta scritta 'sta cosa, sul vangelo di Planetx? :D

Conosco più d'uno che ha macbook + powercore. Mi sembra sia contento e ci lavori bene, quindi...

-----
Se abbiamo un animale in casa, è più intelligente di qualunque computer. [Steve Wozniak]

Re: Apple e l'età dell'alluminio

Il vecchio MacBook aveva solo lo schermo lucido. Questo è molto meglio sotto questo profilo.
Personalmente, preferisco lo schermo lucido se non devo fare fotoritocco, cosa che non faccio di certo su di uno schermo da 13".
Magari, questo fatto è grave sul 15".
-
http://www.m-audio.com/products/en_us/Fa...
http://www.m-audio.com/products/en_us/Fa...
http://www.m-audio.com/products/en_us/Fa...
Queste sono tutte USB, tutte multitraccia e supportano ProTools.
Adesso che tra Giuliano e me te ne abbiamo segnalate una decina, direi che puoi continuare la ricerca autonomamente.
-
Certo, la FW è meglio e non solo per la gestione dei flussi audio (anzi, questo è tutto da dimostrare in assenza di HUB). Allora, meglio ancora nessuna interfaccia, vedi la soluzione con la RME, che abbiamo segnalato nella prova (con i limiti evidenziati ovviamente).
Rimane il fatto che tutte queste osservazioni già le abbiamo fatte decine di volte e che non c'era bisogno di un test per arrivare a queste conclusioni.
Semmai, la prova evidenzia che malgrado tutte queste obiezioni che diamo per scontate già a monte, comunque si può trovare una collocazione al MacBook in campo audio.
Per le mie esigenze per esempio, si sta rivelando adeguato ed anche se ho dovuto rivedere il mio setup, rappresenta un passo avanti.
Certo, non lo consiglierei a tutti.

-
Roberto Lanzo

Re: Apple e l'età dell'alluminio

Sul mio vangelo c'è scritto che quella è una provocazione che lascia il tempo che trova...

Mentre la mia frase si riferiva al fatto che per chi ha quell'attrezzatura è IMPPOSSIBILE comprarsi un MacBook ALLUMINIUM per lavorarci. Attualmente. E mi pare sia già stato sottolineato dall'articolo...

______________________________________________________________
"There is only one good use for a small town...
You hate it! And you know you have to leave…"

Re: Apple e l'età dell'alluminio

Il vecchio MacBook aveva solo lo schermo lucido. Questo è molto meglio sotto questo profilo.
Personalmente, preferisco lo schermo lucido se non devo fare fotoritocco, cosa che non faccio di certo su di uno schermo da 13".
Magari, questo fatto è grave sul 15"

Si è vero, anche il vecchio MB aveva lo schermo lucido. Ma il fatto che non si possa scegliere per me è un comunque un difetto, soprattutto su una macchina da 1500€.

Adesso che tra Giuliano e me te ne abbiamo segnalate una decina, direi che puoi continuare la ricerca autonomamente.

Beh in questa decina onestamente non so quante se ne salvano... Forse 3 :)

Semmai, la prova evidenzia che malgrado tutte queste obiezioni che diamo per scontate già a monte, comunque si può trovare una collocazione al MacBook in campo audio.
Per le mie esigenze per esempio, si sta rivelando adeguato ed anche se ho dovuto rivedere il mio setup, rappresenta un passo avanti.

Esatto, basta mandare a putt*** il proprio setup e poi a questo macbook è perfetto per l'audio :)

Seriamente, se uno "inizia" adesso e non ha altri device firewire in giro o vuole rifarsi il setup, è OK. Altrimenti è costretto a prendersi il MBP.

-----
Se abbiamo un animale in casa, è più intelligente di qualunque computer. [Steve Wozniak]

Re: Apple e l'età dell'alluminio

Ribadito, appunto. Si presume che una discussione in coda ad una prova, debba aggiungere qualcosa, non sottolineare ulteriormente cose che sappiamo e sulle quali siamo tutti d'accordo.
Tutto l'articolo era votato a scoprire cosa ancora si può ancora fare con questa macchina e ci piacerebbe non impiccarci a procurarci i Computers, fare i test, pubblicare grafici ecc. per poi dover discutere di nuovo di questioni che erano chiare un nanosecondo dopo il Keynote e delle quali si è straparlato in altri Thread.
-
Il perché sia stata eliminata la FW non lo sappiamo, ed i motivi possono essere 100.
-
Temo di doverti contraddire, gli utenti del MacBook vicini all'audio, esagerando, saranno l'1%.
In Apple non sono pazzi come credi e secondo me hanno fatto più danni togliendo lo schermo opaco dai MacBook Pro.
-
Pur utilizzandolo con successo, ripeto che non consiglio indiscriminatamente il MacBook ed in cuor mio, mi auguro che ne vendano 3 ... questa storia della FW non mi è per nulla andata giù.
Ci sono le petizioni per questo, andate e firmate, fate un favore alla comunità.
Roberto Lanzo

Re: Apple e l'età dell'alluminio

Appunto: è IMPOSSIBILE comprarsi un MacBook ALLUMINIUM per lavorarci. Attualmente.

Ma non si capisce perché, è questo il punto. E credo questa domanda dia il tormento per molta gente! :)

-----
Se abbiamo un animale in casa, è più intelligente di qualunque computer. [Steve Wozniak]

Re: Apple e l'età dell'alluminio

Beh per me tutte le 100000 innovazioni che avrà anche introdotto questo MB - che tra l'altro sono risapute anche quelle perché ne hanno parlato tutti - non bilanciano nemmeno 1/100 l'eliminazione della firewire, che resta un'imperfezione non controbilanciabile.

Poi che ti devo dire... il trackpad multitouch, la retroilluminazione dei tasti, il bus con freq 1066 Mhz sono cose tutte buone e fiche. Si ma non riempiono comunque il vuoto lasciato dalla fw.

-----
Se abbiamo un animale in casa, è più intelligente di qualunque computer. [Steve Wozniak]

Re: Apple e l'età dell'alluminio

Tutto l'articolo era votato a scoprire cosa ancora si può ancora fare con questa macchina e ci piacerebbe non impiccarci a procurarci i Computers, fare i test, pubblicare grafici ecc. per poi dover discutere di nuovo di questioni che erano chiare un nanosecondo dopo il Keynote e delle quali si è straparlato in altri Thread.

Per questo l'ho definita una discussione sterile... che sarebbe meglio ora interrompere (per tutti). Cambiamo argomento?

______________________________________________________________
"There is only one good use for a small town...
You hate it! And you know you have to leave…"

Re: Apple e l'età dell'alluminio

Ovviamente, non tutti i prodotti che abbiano segnalato, sono di livello eccelso.
In questo senso, le interfacce veramente consigliabili sono davvero poche e non per nulla abbiamo segnalato il prodotto MOTU nella prova.
-
Le reali possibilità di impiego sono le stesse del precedente MacBook se possiedi o hai intenzione di acquistare una 828 MKII o una delle M-Audio che ti ho segnalato (io per esempio, ho anche una 828 FW e credo che la permuterò con la USB).
Altrimenti, più verosimilmente trattandosi di un portatile, 2 in e 2 out. Il 99% del tempo, io lavoro così.
Quando c'è il Mixer, c'è ProTools.
-
Non ho simpatia per i DSP esterni, non l'ho mai nascosto (infatti non ne abbiamo mai provati mi pare) e quindi non faccio testo. Però in effetti, non conosco nessuno che ne utizza uno e che abbia fatto di un laptop il centro del suo studio.
Che senso ha possedere un portatile se poi ogni volta che ti sposti ti devi caricare un ulteriore apparecchio?
-
Roberto Lanzo

Re: Apple e l'età dell'alluminio

Ripeto, sarà una discussione sterile PER TE. Se non ti interessa discutere di questo, perché continui a intervenire? Se vuoi parlare di altro basta che aggiungi un commento sotto, cliccando "aggiungi commento" primo post in alto, niente di più semplice :) (e poi sono io che provoco...)

Poi guarda che il mio intento non era di parlare di cose già discusse altrove, ma come ho scitto sopra: sto cercando di capire quali sono le reali modalità di impego di una macchina senza firewire nel campo audio, guardando alle possibili alternative.

Roberto dice che ce ne sono facendo riferimento al suo caso. Io dico: OK, ce ne sono ma sono tipologie di utilizzo abbastanza particolari e piuttosto circoscritte, visto il fatto che quasi tutti coloro che hanno già apparecchiature audio da connettere al mac le hanno prese su firewire (per tanti motivi).

-----
Se abbiamo un animale in casa, è più intelligente di qualunque computer. [Steve Wozniak]

Re: Apple e l'età dell'alluminio

Molte notizie saranno anche risapute, ma ti sfido a trovare online un test che paragoni le prestazioni di un HD FW sul vecchio MacBook e lo stesso USB sul nuovo, che poi è quello che interessa a noi. Io stesso l'ho cercato prima di rimboccarmi le maniche.
Al massimo si trova qualcosa sull'USB dei nuovi MacBook, ma senza chiarire se e quanto si va a perdere in termini di prestazioni.
-
Il fatto che le nuove caratteristiche non compensino la perdita della FW, è una opinione rispettabilissima e più che condivisibile, soprattutto che chi come noi, lavora con l'audio.
Personalmente, non ho dato via il vecchio MacBook, sono molto restio a farlo.
-
Roberto Lanzo

Re: Apple e l'età dell'alluminio

Molte notizie saranno anche risapute, ma ti sfido a trovare online un test che paragoni le prestazioni di un HD FW sul vecchio MacBook e lo stesso USB sul nuovo, che poi è quello che interessa a noi. Io stesso l'ho cercato prima di rimboccarmi le maniche.
Al massimo si trova qualcosa sull'USB dei nuovi MacBook, ma senza chiarire se e quanto si va a perdere in termini di prestazioni.

Si infatti credo che la parte davvero interessante sia quella :) Infatti penso che sia molto interessante sapere che ora la velocità di un hdd firewire e un'usb2 su OS X Leopard, oggi 18.11.08, sia praticamente la stessa, nell'uso reale. E questa non è una cosa da poco.

Personalmente, non ho dato via il vecchio MacBook, sono molto restio a farlo.

Pensa che il mio "vecchio" macbook è "morto… :( Vabè, questa è un'altra storia e non voglio andare OT.

-----
Se abbiamo un animale in casa, è più intelligente di qualunque computer. [Steve Wozniak]

Re: Apple e l'età dell'alluminio

Rispondo a Italo ma anche indirettamente a frapox.
Il ragionamento che facciamo noi qui
"togliere FW = cazzata perchè ci girano le interfacce audio buone"
non è certamente il massimo dell'analisi del progetto Jobs/Ive/Apple.

Noi facciamo queste considerazioni, credete davvero che LORO non le facciano?? Chi compra il macbook? Un sacco di ragazzini che fanno youtube e altre cacate simili, se no non si spiega il boost sul chip grafico.
Pensateci bene, prima dell'audio per apple viene il Video. E se hanno tolto la FW nel loro laptop consumer avendo a listino un campione come final cut, sanno quello che fanno, sicuramente, credimi.

In ogni caso aspettiamo il primo trimestre del 2009 per fare un bilancio serio. Io prevedo che ne venderanno un botto, quella volta potremo discuterne in modo razionale.
Certamente non fanno mosse così azzardate.

Recentemente molti mac newbie che ho visitato (e, perdonate, molti tra voi sono al loro primo o secondo mac...) li ho visti collegare dischi e videocamere con la usb, manco sapevano a che serviva la firewire... e parlo anche di appassionati di musica.

Quindi la "grande" fetta di mercato che tu supponi con molta sicurezza, dubito fortissimamente che influirà sulle vendite dei mac book. E in ogni caso vedremo.
Certo, a noi rode. Ma al resto del mondo probabilmente non importa una cippa.

Sul discorso "ho una interfaccia FW ora come fo" non so che dire... non è che uno è obbligato a prendere questo mac book. Può comprare un vecchio modello ancora a listino con un buon prezzo oppure risparmiare qualcosa e pigliarsi un pro…
L'alternativa, al solito, è accattarsi un PC con windows...e chi ha voglia di sobbarcarsi questo incubo?
Tra l'altro i notebook pc manco ce l'hanno la FW a 6pin...e con la 4 pin le cose non vanno benissimo.

Su Duende o powercore su un portatile consumer non infierisco. É ovvio che sostanzialmente nessuno opta per questa scelta…

ciao



--
Giuliano Michelini
Musimac Staff

Re: Apple e l'età dell'alluminio

In ogni caso aspettiamo il primo trimestre del 2009 per fare un bilancio serio. Io prevedo che ne venderanno un botto, quella volta potremo discuterne in modo razionale.
Certamente non fanno mosse così azzardate.

Sono assolutamente d'accordo.

Sul discorso "ho una interfaccia FW ora come fo" non so che dire... non è che uno è obbligato a prendere questo mac book. Può comprare un vecchio modello ancora a listino con un buon prezzo oppure risparmiare qualcosa e pigliarsi un pro…

Si in teoria si...

In pratica anche il MBP presenta difetti non da poco, a es, giusto per rimanere in tema, lo schermo lucido "obbligatorio". E poi non mi va di prendere un portatile vecchio (senza nemmeno sch grafica dedicata) e pagarlo quasi come nuovo.

L'alternativa, al solito, è accattarsi un PC con windows...e chi ha voglia di sobbarcarsi questo incubo?

Io. Anche perché non è un incubo e alla fine nella mia situazione non ho molte alternative.

Su Duende o powercore su un portatile consumer non infierisco. É ovvio che sostanzialmente nessuno opta per questa scelta…

Io, come ho già detto, ne conosco almeno 3. Tutti contenti e soddisfatti. Ma suppongo che ci siano anche altri nessuno in giro :)

-----
Se abbiamo un animale in casa, è più intelligente di qualunque computer. [Steve Wozniak]

Re: Apple e l'età dell'alluminio

Se non sbaglio avevi un Core duo, la prima versione giusto?
Una macchina davvero piena di guai, il mio, a da 2 Ghz, mi fece impazzire ... ne ho ancora uno, da 1.83 Ghz, che però non ha mai dato un problema.
Hanno cominciato a funzionare decentemente dai Core 2 Duo in poi.
-
Roberto Lanzo

Re: Apple e l'età dell'alluminio

No. Avevo un Macbook bianco "immatricolato" ad agosto 2007.

Un (abbastanza) dettagliato racconto della vicenda - con OT incluso :) - lo trovi qui.

-----
Se abbiamo un animale in casa, è più intelligente di qualunque computer. [Steve Wozniak]

Re: Apple e l'età dell'alluminio

I continuo a lavorare con pc vari e vari XP-vista. La sentenza è sempre quella: incubo e un sistema che alla fine manca in tantissimo:
Apple script, iWork e iApps varie, funzionalità network, clipboard drag&drop che su win sono fantascienza, core audio, core video, final cut, logic, crossover&VMWare, PDF, BBedit, Textmate, tutti i macbundle e ovviamente l'impagabile community apple un po' ovunque.
Vale sempre di più, un mac se ci lavori "dentro".

Lo schermo lucido fa cacare anche a me, ma subiamo anche questa...tanto la grafica seria si fa sul mac pro…

Sui processori hardware in abbinata con i laptop consumer, ok ne conosci tre… io e roberto non ne conosciamo nessuno
:-P



--
Giuliano Michelini
Musimac Staff

Re: Apple e l'età dell'alluminio

I continuo a lavorare con pc vari e vari XP-vista. La sentenza è sempre quella: incubo e un sistema che alla fine manca in tantissimo:
Apple script, iWork e iApps varie, funzionalità network, clipboard drag&drop che su win sono fantascienza, core audio, core video, final cut, logic, crossover&VMWare, PDF, BBedit, Textmate, tutti i macbundle e ovviamente l'impagabile community apple un po' ovunque.
Vale sempre di più, un mac se ci lavori "dentro".

Anch'io continuo a usare PC e Mac (in questo periodo + pc ovviamente) e sostengo l'opposto, ossia che non sia un incubo. Cioè si lavora, con qualche limite (relativo), ma si lavora egregiamente.
Riguardo alle mancanze che hai citato ti posso dire tranquillamente che:
- di: Apple script, iWork, iApps varie, final cut, logic, crossover&VMWare, macbundle non me ne sono fatto mai nulla né sentirò la mancanza.
- di: PDF (se intendi l'integrazione del PDF nativa in OS X) e BBedit, ci sono degli ottimi rimpiazzi free.
- coreaudio manca, ma i driver asio della Motu sono ottimi e non mi fanno sentire la sua mancanza.

La cosa di cui sentirò un po' la mancanza è certamente la coerenza grafica di OS X / applicazioni. Ma anche questa è superabile (anche perché i programmi che uso di più non sono specificamente ottimizzati per nessuna piattaforma, per non parlare dei programmi audio, tra cui cubase, che su PC è ancora un cavallo di battaglia).

Ora non vado avanti non perché non avrei argomentazioni di cui discutere, ma risparmio te e il resto della comunity, anche perché questi sono alla fine pensieri miei e non credo che i miei caxxi personali possano interessare agli altri, soprattutto se la maggior parte dei frequentatori qui è di opinioni antitetiche alle mie. Altrimenti discussione andrebbe avanti in eterno, e mi sembra che qui siamo ampiamente OT :)
Poi, come sempre ho detto e sempre ribadirò, l'importante è il risultato e trovarsi bene con gli strumenti che si utilizzano. Meglio ancora se poi non ti lasciano a piedi dopo 1 anno :)

Sui processori hardware in abbinata con i laptop consumer, ok ne conosci tre… io e roberto non ne conosciamo nessuno
:-P

Sarà un caso? :P

-----
Se abbiamo un animale in casa, è più intelligente di qualunque computer. [Steve Wozniak]

Re: Apple e l'età dell'alluminio

di: Apple script, iWork, iApps varie, final cut, logic, crossover&VMWare, macbundle non me ne sono fatto mai nulla né sentirò la mancanza.

Questo mi fa capire come tu ancora non abbia potuto ancora apprezzare davvero la filosofia di lavoro Mac. Forse per mancanza di tempo o di esperienza o di necessità professionali.
Solo Applescript ti permette di fare cose che quanto a produttività su windows te la sogni.
O un sistema di montaggio come FC (premiere? pfui..).
Ma, la cosa più importante di tutte: avere una macchina che boota con quello che vuoi tu a seconda delle esigenze. Solo questo non ha pari.



--
Giuliano Michelini
Musimac Staff

Re: Apple e l'età dell'alluminio

Ho letto, che sfiga ... mi dispiace :-(
* Non ho capito perché non ti sei avvalso dei 2 anni di garanzia (era fatturato?). Per il futuro, se ti si rompe una macchina Apple passato un anno dall'acquisto, se puoi, portala all'Apple Store di Lunghezza.
Se la cosa ti irrita come concetto (comprensibile) pensa che NOKIA, che "forse" vende un po' più apparecchi di Apple, ha 2 centri assistenza in tutta Italia ...
* Apple usa il .dmg perché prevede una serie di features non presenti in altri formati, come la compressione, la possibilità o meno di modifica successiva, la criptatura ecc.
Il .dmg che dici, probabilmente occuperebbe il doppio dello spazio se fosse un .iso (vado ad occhio).
-
Roberto Lanzo

Re: Apple e l'età dell'alluminio

Questo mi fa capire come tu ancora non abbia potuto ancora apprezzare davvero la filosofia di lavoro Mac. Forse per mancanza di tempo o di esperienza o di necessità professionali.

Forse si o forse no ma questo non interessa a nessuno e soprattutto sono affari miei :)

Ciao

-----
Se abbiamo un animale in casa, è più intelligente di qualunque computer. [Steve Wozniak]

Re: Apple e l'età dell'alluminio

Non ho capito perché non ti sei avvalso dei 2 anni di garanzia (era fatturato?). Per il futuro, se ti si rompe una macchina Apple passato un anno dall'acquisto, se puoi, portala all'Apple Store di Lunghezza.

Non mi sono avvalso della garanzia di 2 anni perché appunto era di 1 :) Era sì fatturato... vabè lasciamo perdere. Non mettiamo il dito nella piaga che è ancora sanguinante.

-----
Se abbiamo un animale in casa, è più intelligente di qualunque computer. [Steve Wozniak]

Re: Apple e l'età dell'alluminio

la strega di biancaneve era una simpaticona in confronto!!
:-))))



--
Giuliano Michelini
Musimac Staff

Re: Apple e l'età dell'alluminio

madonna vedo ora che la porcata totale l'hanno fatta non mettendo nemmeno la porta CardEXpress

stavo infatti per scrivervi (guardando invece il mio modello Pro) ... ma perche non ci mettete una cardEX FW .... ed invece vedo che hanno tolto pure quello.
Cavolo che mancanza.

In ogni caso io ritengo che anche il cambio dell'uscita video non sia così indolore.

Re: Apple e l'età dell'alluminio

LA mia é stata un'analisi da amatore e sicuramente non da guru.
La considerazione della "fetta di mercato" é palese, video/audio, perché penso che chi si costruisce un determinato setup poi no cambia tutto solo perché apple gli dice che non serve piú.
Chi possiede un mac con fw ed é cosciente delle sue potenzialitá che ha acquista interfacce con fw, e dai vostri test ne sono uscite sempre vincitrici, cosa che non é successo con usb.
Roberto, non ho mai pensato che il sig. Jobs non abbia fatto le mie considerazioni, non sono cosí montato da credermi un genio.
Si stava discutendo del nuovo mac e sopratutto della porte fw, tra l'altro avete inserito anche un sondaggio per questo, quindi a me pare che il discorso vi interessi e come.
La stima sulle utenze mb che lo utilizzano per l'audio non l'ho letta da nessuna parte ma l'ho constatata, altra cosa é che le persone che ho conosciuto che lo utilizzano non possono permettersi un mbp.
DAi test lo avete elogiato per le sue caratteristiche che si sposano alla perfezione con le DAW, ma adesso.
Niente polemiche solo discussioni tra persone accomunate da qualcosa...che non é la porta FW

Re: Apple e l'età dell'alluminio

Bella la dritta di usare le uscite digitali del MacBook (quindi anche MacBook Pro) con convertitori esterni RME o come ha suggerito Roberto Lanzo con l'Audient MICO (..inchia che bello!!)... penso che qualsiasi articolo o intervento in qualsiasi forum serva per imparare qualcosa, la critica serve a poco o nulla...
http://www.myspace.com/enzomodugno

Re: Apple e l'età dell'alluminio

Sono pienamente d'accordo..oltre al lavorare con multitraccia esterno il MacBook alluminio se la cava egregiamente in altri ambiti..e tutta questa "compatibilità mancata" io non la soffro per niente potendo lavorare con Logic Studio e Axiom-49 senza il minimo problema.. se poi l altra porta usb libera non mi basta compro un hub o scheda audio e sono a cavallo! Non potevano inserire la firewire anche su questi modelli che altrimenti sarebbero stati praticamente equivalenti ai macbook pro (o troppo simili)..dobbiamo esser contenti di aver ricevuto simili miglioramenti per la piattaforma base..io ho macbook 13" 2.0 4gb ram e filo come un dio con ableton, logic anche garage band (citato per la pesantezza dell interfaccia), non ho problemi ne con dreamweaver che con flash.. e l'unica vera mancanza è la firewire che secondo il vostro giudizio sembra inficiare irrimediabilmente sulla validità della macchina, giudizio che non condivido affatto. Se qualcuno produce musica e non riesce a far a meno della firewire si compri un pro..è ovvio, invece chi deve farsi ora (o si è fatto da poco) il suo "musicale-strumentale" potrà benissimo utilizzare le porte usb visto che tutte le nuove interfacce possono sfruttarla. E menomale che avete evidenziato la similitudine tra usb e firewire in questi modelli..però dovevate farla risultare di +..perchè quando ho letto il vostro articolo sono rimasto con un amaro in bocca troppo amaro..e non rispondente alla verità (della mia esperienza perlomeno) che mi lascia soddisfattissimo! Logic fila come un ossesso.. e posso lavorare sul letto con questo case che dissipa benissimo, lo schermo luminossissimo, il sistema silenziosissimo :D (ora vado..e scusate x l animosità) ciao suonatori..spero di aver portato un pò di speranza :D uhuhhu

Re: Apple e l'età dell'alluminio

Ovviamente, non tutti i prodotti che abbiano segnalato, sono di livello eccelso.
In questo senso, le interfacce veramente consigliabili sono davvero poche e non per nulla abbiamo segnalato il prodotto MOTU nella prova.

Segnalazione più che giusta :)

Le reali possibilità di impiego sono le stesse del precedente MacBook se possiedi o hai intenzione di acquistare una 828 MKII o una delle M-Audio che ti ho segnalato (io per esempio, ho anche una 828 FW e credo che la permuterò con la USB).
Altrimenti, più verosimilmente trattandosi di un portatile, 2 in e 2 out. Il 99% del tempo, io lavoro così.
Quando c'è il Mixer, c'è ProTools.

Ok, la tua tesi regge. Però ci sono troppi "se" a mio parere.

Non ho simpatia per i DSP esterni, non l'ho mai nascosto (infatti non ne abbiamo mai provati mi pare) e quindi non faccio testo. Però in effetti, non conosco nessuno che ne utizza uno e che abbia fatto di un laptop il centro del suo studio.
Che senso ha possedere un portatile se poi ogni volta che ti sposti ti devi caricare un ulteriore apparecchio?

Ti faccio un esempio.

Un musicista. Questo nel suo studio si produce le sue basi, arrangiamenti, etc. Utilizza una Powecore per processare certe tracce perché, che so, ritiene che gli algoritmi di questa scheda DSP siano molto buoni. Poi renderizza tutto e va in uno studio X, oppure va in un live.
Questo è un esempio di utilizzo fattibile e non troppo distante dalla realtà. O no?

Quello che ho raccontato è un caso reale, che dovesse cambiare mac adesso (vuoi, ad esempio, perchè gli si rompe ed è fuori garanzia) sarebbe costretto a prendere un macbook pro, oppure rivolgersi all'usato.

L'equilibrio cosmico non cambia, però lui ha speso più soldi, perché magari gli bastava il macbook "base" :)

tutto qui.

Ciao.

PS: Roberto, fatti vivo più spesso su musimac ;)

-----
Se abbiamo un animale in casa, è più intelligente di qualunque computer. [Steve Wozniak]

Re: Apple e l'età dell'alluminio

Ho acquistato un macbook da due anni e mezzo e vicino c'è una Mbox2 pro con firewire.
Per ora non ci penso nemmeno a cambiare computer, ma prima o poi bisognerà farlo.
Immaginiamo cosa farei oggi se fossi costretto a sostiture il portatile:
1) tornare a windows? lo escludo (ho ancora gli incubi)
2) cambiare computer e scheda audio prendendo una usb? non credo convenga nemmeno economicamente.
3) l' unica soluzione, che mi consente di mantenere la vecchia scheda, è il MB pro (almeno, così ho capito. Giusto?)

Perdiamo tempo ad incazzarci. E' inutile. Anche un utente poco esigente come me non torna a windows (almeno nel settore audio).
Jobs e soci questo ragionamento l' hanno ben fatto.
La scelta Mac è quasi obbligata per chi vuole fare musica e chi vuole il portatile con la fw DOVRA' comprare il MBP.

Non sono benefattori. Secondo me l' hanno fatto apposta.

Re: Apple e l'età dell'alluminio

E' solo un anno e mezzo che frequento il mondo mac, quindi sono consapevole di non esserne un buon conoscitore (non sarebbe possibile). Però, anch'io, francamente, sono convinto che le cose stiano come ha scritto eepp. Anche perché - diciamocelo ! - non può essere stato casuale avere tolto la fw dal macbook, che costa di meno e che ha un target consumer ed averla invece lasciata sul mbp, che costa di più e che ha un target fatto di pro e di semi-pro. In questo modo l'utente pro o semi-pro, non potrà fare altro che spendere di più. Gli utenti consumer, in fin dei conti, della fw non hanno così bisogno e quindi - loro - continueranno a comprare il macbook anche senza fw senza nemmeno accorgersi della differenza.
Io, personalmente, ho appena (ieri) acquistato un mb bianco da 2.1 con 4 giga di ram, spendendo una cifra, cioè 990 euro, che reputo assolutamente ragionevole (ovviamente è un prodotto nuovo non usato e nemmeno ricondizionato).
G.

Re: Apple e l'età dell'alluminio

io ho comprato da meno di 10giorni il NUOVO MAC-BOOK PRO da 2,53Ghz
perche' non recensite anche questo prodotto?
e come tastiera ho preso un AXIOM25 io mi STO TROVANDO molto BENE!
e la prima volta che compro mac li uso da 4 anni pero'...ora e dico solo ora scopro questo sito ed è FANTASTICO ...

ciao

Re: Apple e l'età dell'alluminio

Ciao. Allora... Benvenuto ! In effetti anch'io credo che lo sia.
Io l'ho scoperto un anno e mezzo fa, poco prima di acquistare il mio primo mac (un imac 24 pollici con processore 2,4 mhz e 4 giga di ram che usavo e ancora adesso uso esclusivamente per la musica con tiger). Poi ne sono arrivati altri che ho acquistato per il mio studio professionale, sia per me che per i miei collaboratori.
G.

Re: Apple e l'età dell'alluminio

quando apple progetta un nuovo hardware considera diversi fattori tra cui:
-i suoi margini (che sono bilanciati da percentuali che non possono essere spropositate, se no nessuno compra)
-le tecnologie innovative
-il target potenziale (ovvero la fascia di mac user e mac newbies più grossa) per vendere molto

la fw l'hanno tolta perchè: serve solo a collegare dispositivi particolari e spesso costosi per il target potenziale. Ovvero un utente medio, diciamo uno studente che anche gioca e vuol far girare windows, non comprerà mai un disco rigido FW, nè una scheda audio super pro FW, né una videocamera DV a nastro su FW.
Comprerà un disco economico da 2.5" e una videocamera con memory card.

Avendo investito in un chip grafico eccellente e costoso, affiancandoci tecnologie innovative come l'unibody o il touchpad (è l'unico sul pianeta, eh? non dimentichiamolo) ed essendo il chip FW costoso ed ingombrante, secondo voi cosa avrebbero dovuto togliere??
Non è certo una "cattiveria" di jobs per risicare margini maggiori sui MacBook Pro...se ci pensate bene un attimo capite che questo è un marketing da due soldi...
Hanno semplicemente scelto la strada meno dolorosa, provando il mercato con questo modello.
Se non ne venderanno più dei modelli precedenti sarà un fallimento, ma io ne dubito.

É un po' come la storia dei virus: mac non ha i virus perchè è poco diffuso. Poi però vedi che il trend di vendita aumenta, mentre i virus rimangono gli stessi: zero.
Invece su win accade esattamente l'opposto: si vende meno ma i virus aumentano sempre più :-)))



--
Giuliano Michelini
Musimac Staff

Re: Apple e l'età dell'alluminio

sono quasi d'accordo, solo che se è come dici tu, non si capisce perchè dedicare la tecnologia unibody al MacBook visto che non è tanto economica, oltre al fatto che se si vuol entrare nel mercato dei giovani 1.200 euro non sono proprio alla portata di tutti, ed il più piccolo - quello bianco - costa comunque 949 euro (consegna gratuita però), quanto meno mantenere il vecchio prodotto si ma ad un prezzo più abbordabile quindi avere tre scelte veramente diverse, voglio dire, secondo me c'erano margini maggiori per entrare in un mercato molto conteso
http://www.myspace.com/enzomodugno

Re: Apple e l'età dell'alluminio

perchè investire in un sistema di estrusione, montaggio e finitura all'avanguardia e destinarlo ad una sola macchina ti pare una scelta economica? :-)
É ovvio che se hanno investito miliardi in questa fabbrica "brick" la applicano a tutto quello che possono, inclusi i mac book.
Loro non vogliono entrare *solo* nel mercato dei giovani. C'è molta più utenza potenziale:
professionisti di ogni genere
grafici
scrittori e settore editoriale
sistemisti

ecc. ecc.

Purtroppo, lo dico con dolore ma con lucidità, i musicisti non sono esattamente la priorità n.1 di apple. Però, nonostante questo gli strumenti che hanno sviluppato per il settore professionale della musica sono innegabilmente i migliori sulla piazza...



--
Giuliano Michelini
Musimac Staff

Re: Apple e l'età dell'alluminio

Forse è vero che la musica non è la loro prima priorità. Anzi sarà certamente vero. Ma qualcuno in Apple si sarà posto la domanda: cosa faranno i musicisti con MB e Fw? La risposta: Passeranno al MBPro oppure compreranno una scheda USB. Certamente non torneranno a Windows. Conclusione: Allora togliamo pure la Fw ai portatili di fascia bassa.

Caro Giuliano, le cose sono andate certamente così.

Per ora vendono ancora il piccolo da 900 e rotti euro. Poi si vedrà. Intanto vorrei sapere cosa ne pensano i produttori di schede fw e che strategie adotteranno.

Re: Apple e l'età dell'alluminio

Esatto, è proprio così che va… è il mercato.
I produttori si stanno già muovendo: MOTU che è la più vicina a Cupertino da sempre è stata la prima a proporre, in tempi non sospetti, la 828MKII. Perchè?
Oggi, con la USB3 alle porte, molti produttori guarderanno a USB in modo propositivo.
Cosa succederà alla FW in futuro? Chi lo sa…
Anche la SCSI era il sistema più prestante in campo informatico ed abbiamo passato anni e anni con le daisy chain, gli id ed i terminatori attivi. Oggi non la usa più nessuno ed io ho nel ripiano dell'armadio una scheda scsi assieme ad un barracuda 10000rpm che pagai un botto, oggi inutilizzabile.

É l'andare delle cose… (come diceva il maestro Yoda).
:-)



--
Giuliano Michelini
Musimac Staff

Re: Apple e l'età dell'alluminio

Complimenti allo staff per questo articolo che, oltre a valutare in modo oggettivo ed equilibrato una macchina che ha fatto discutere, fornisce preziosi suggerimenti.
E' sempre un piacere leggervi.

grazie
---
gianluca

Re: Apple e l'età dell'alluminio

sono appena tornato da una registrazione full immersion con un gruppo barocco; con mia lieta sorpresa nell'area wi fi ho visto una marea di apple; di 20 persone che componevano il gruppo penso di aver visto tra i computerdotati solo un paio di possessori di PC, poi macbook come se piovesse, un ibook, un macbook pro, un powerbook oltre ai miei ibook e macbook; e l'unico ad usare porte firewire ero effettivamente io...

Re: Apple e l'età dell'alluminio

Una mia cuginetta che ha 17 anni, l'anno scorso, per la promozione, s'è fatta regalare su mio consiglio un'ottima videocamera DV Sony. A lei piace fare i video - sia quando viaggia, sia quando è nel suo paese - e conseguentemente fare dei piccoli montaggi. Eh si sa: le videocamere DV sfruttano il protocollo firewire per il trasferimento del video...

Certo, non corrisponde al prototipo dell'utente "tipo" sia per età che per interessi, però tant'è...

Ora si ritrova a dover cambiare computer. O meglio, i genitori gliene vogliono comprare uno nuovo perché l'altro - un PC notebook scassatissimo che però tira ancora avanti e, soprattutto, con la firewire - verrà usato solo da loro, le sporadiche volte che ne avranno bisogno.

Bene, io essendo il "consulente informatico" di famiglia ovviamente c'ho pensato su... Ho pensato alle possibile alternative, senza preconcetti e avendo ben chiare le possibilità, e ho ovviamente vagliato l'opzione mac. Per dirla tutta, fino a un paio di mesi fa' ero un sostenitore accanito di questa soluzione, anche perché per le sue esigenze, a metà tra il consumer puro e l'amatore spinto, la piattaforma mac era perfetta: zero virus, programmi per la gestione dei media (e soprattutto per il montaggio video) pronti all'uso, programmi di videoscrittura (da MS Word a OpenOffice Writer) pienamente disponibili, firewire per trasferire il video DV, etc. etc.

E ora? Chiaramente lei vuole un portatile e possibilmente anche di dimensioni ridotte per portarselo in giro comodamente. Chiaramente i suoi non sono disposti a spendere cifre astronomiche per un portatile che andrà in mano a un'adolescente di 17 anni che fa il liceo e ha un passatempo creativo.

Un mese fa' neanche le avrei detto senza troppe remore: "il macbook è la scelta perfetta per te". Ora? Beh ora non lo è più. Ora che alternative ha? O - per restare in casa Apple - un macbook pro da 1800€ (come minimo), o un analogo notebook PC, che (secondo qualcuno) avrà pure tutti i difetti del mondo ma ha una firewire. Da 4 pin, d'accordo, però ce l'ha!

Cazzo lei non sarà rappresentativa della sua categoria, però è un utente potenziale che Apple s'è tagliata fuori! E come lei, di persone (più o meno) nella sua stessa situazione ce ne saranno in giro! Non credo sia l'unica...

Vabè, tutto questo per dire che non serve essere musicisti barocchi o affermati fonici per aver bisogno della firewire... :)

Cwao

PS: adesso sto pensando, in extremis, di consigliarle un macbook bianco... anche se mi scazza moltissimo far spendere ai suoi 1000€ per una macchina neanche aggiornata. Anche e soprattutto perché a quell'età vogliono (giustamente!) la novità solo perché è la novità.
Però alternative non ne vedo...

-----
Se abbiamo un animale in casa, è più intelligente di qualunque computer. [Steve Wozniak]

Re: Apple e l'età dell'alluminio

alternative non ne vedi? macbook bianco appunto, esigenze sono un conto, moda e rincorsa alla novità sono un altro

Re: Apple e l'età dell'alluminio

Appunto, ma il discorso è che già io non farei i salti di gioia a prendermi un macbook bianco della penultima generazione (che non ha scheda grafica dedicata, il trackpad multitouch, il case in alluminio, processore aggiornato... queste non mi sembrano mode) per 1000€. Magari poi a lei piace. Vedremo.

E poi a quell'età mi sembra anche giusto che si godano le mode. Echecazzo c'ha 17 anni!! :)

-----
Se abbiamo un animale in casa, è più intelligente di qualunque computer. [Steve Wozniak]

Re: Apple e l'età dell'alluminio

allora qui si dovrebbe parlare della differenza tra il necessario ed il superfluo. É giusto a 17 anni che si goda le mode, hai ragione. ALLORA COMPRALE IL MAC BOOK PRO!!!

Re: Apple e l'età dell'alluminio

Mode a parte..
..ormai, frapox, blog e forum contengono milioni di post su questo 'pesante' down-grade di apple nel macbook :-| e nel mbp.
Le mie considerazioni sulla questione (non proprio leggere) le ho già scritte, e non sto a ripeterle. Vorrei solo suggerirti di non 'vivere' queste tecnologie con eccessivo attaccamento. E' giusto essere critici di fronte ad errori così evidenti.. ma mantenendo sempre la propria autonomia rispetto a queste *macchine*.

Voglio dire: l'intera offerta del mercato è ancora lì - a nostra disposizione; nessuna violazione a diritti umani (ce ne sono di spaventose, ovunque); oggi siamo ancora liberi di scegliere tra il bianco con fw, il nuovo senza, restare su pc-win/linux, tenersi quello che si ha.
Ciò che possiamo rilevare da 'vecchi' mac-user è che purtroppo apple, ultimamente, ha fatto alcune scelte che non soddisfano appieno le esigenze di chi usa il mac per audio/video. E' sembrata cioè disposta a rinunciare ad una piccola percentuale di vendite (utenti pro), pur di onorare il 'marketing degli azionisti', la peggior cosa subita dall'umanità - dopo la peste.
Riconosciamo però, oggettivamente, che apple continua ad essere un'azienda che promuove innovazione hw e sw, mentre gli altri stanno alla finestra a coccolarsi con fatturati e monopoli - per poi trovarsi spesso a copiare ;-)
---
gianluca

Re: Apple e l'età dell'alluminio

Ecco, speriamo che Apple non si dedichi troppo a fatturati e monopoli, e che non si metta a copiare (già alcune cose su Leopard son prese da distro precedenti del Linux, Spaces su tutte...). Inoltre, la fetta di audio/video ora può essere ristretta, ma prima del boom dell'iPod è quella che ha sostenuto Apple anche nei momenti più bui e gli è rimasta fedele... Procedere così, "dimenticandosi" che c'è anche il rest of us non è bello (e da qui scadiamo nella ridondanza di cose già dette)....

______________________________________________________________
"There is only one good use for a small town...
You hate it! And you know you have to leave…"

Re: Apple e l'età dell'alluminio

Forse mi sono spiegato male. Il discorso della moda è un "plus". Il problema principale è l'altro...

-----
Se abbiamo un animale in casa, è più intelligente di qualunque computer. [Steve Wozniak]

Re: Apple e l'età dell'alluminio

Vorrei solo suggerirti di non 'vivere' queste tecnologie con eccessivo attaccamento. E' giusto essere critici di fronte ad errori così evidenti.. ma mantenendo sempre la propria autonomia rispetto a queste *macchine*.

Assolutamente si. Infatti la mia firma lo dimostra: le macchine sono importanti ma in quanto strumenti per raggiungere uno scopo. Quando diventano (per qualcuno) esse stesse lo scopo, allora bisogna iniziare a preoccuparsi :)

Voglio dire: l'intera offerta del mercato è ancora lì - a nostra disposizione; nessuna violazione a diritti umani (ce ne sono di spaventose, ovunque); oggi siamo ancora liberi di scegliere tra il bianco con fw, il nuovo senza, restare su pc-win/linux, tenersi quello che si ha.

Assolutamente d'accordo.

Ciò che possiamo rilevare da 'vecchi' mac-user è che purtroppo apple, ultimamente, ha fatto alcune scelte che non soddisfano appieno le esigenze di chi usa il mac per audio/video. E' sembrata cioè disposta a rinunciare ad una piccola percentuale di vendite (utenti pro), pur di onorare il 'marketing degli azionisti', la peggior cosa subita dall'umanità - dopo la peste.

D'accordo abbastanza anche qui. Anche se alla fine questo è il capitalismo, che ci piaccia o no.

Ciao :)

-----
Se abbiamo un animale in casa, è più intelligente di qualunque computer. [Steve Wozniak]

Re: Apple e l'età dell'alluminio

D'accordo abbastanza anche qui. Anche se alla fine questo è il capitalismo, che ci piaccia o no.

[OT]
Infatti, quello del dollaro con la piramide e l'occhio che tutto vede..
Non mi riguarda, preferisco il capitalismo delle idee e delle emozioni..
:-)
---
gianluca

Re: Apple e l'età dell'alluminio

Ciao Dario.
Ho appena preso anch'io il macbook bianco 2,1 con 4 giga e va che è una meraviglia. Sono davvero entusiasta. Il nuovo mb invece mi attirava di meno, a parte, ovviamente, la differenza di prezzo.
Ciao e alla prossima.
G.

Re: Apple e l'età dell'alluminio

Il capitalismo riguarda tutti, in misura più o meno accentuata (a meno di vivere in un eremo in cima a una montagna) :)

Vabè sono OT.

Ciao

-----
Se abbiamo un animale in casa, è più intelligente di qualunque computer. [Steve Wozniak]

Re: Apple e l'età dell'alluminio

Avrei una domanda... qualcuno mi sa dire se il convertitore RME si può collegare in analoga maniera anche al Mac Mini ultima serie?
Grazie. ;)
--
Paolo Manfro
Savona, Italy

Re: Apple e l'età dell'alluminio

certo che si, visto che ci sono le porte combo spdif..
sulla questione firewire, purtroppo dobbiamo arrenderci all'evidenza: la figura romantica di Jobs che propugna l'informatica "for the rest of us" (e lo scrive uno che ci ha creduto davvero col cuore per anni) è sicuramente oggi in secondo piano.
Jobs, e la Apple, devo rispondere agli azionisti. Devono vendere. Alla luce di questo se l'abbandono della FW è una scelta imposta dal mercato delle nuove videocamere (le avete viste si? Sono tutte usb e su memoria a stato solido, quelle nuove...) è la strada che va intrapresa.
Avranno ragione? Lo vedremo al prossimo quadrimestre fiscale...

Se hanno ragione, ci attacchiamo al tram noi, i videomaker semipro con le videocamere FW e anche la cuginetta…
ahimè, that is.
Fu così anche per il passaggio dai motorola 68000 ai PowerPC e da questi agli Intel… qualche sacrificio ci vuole.

(p.s. potrebbe sempre vendere la sua videocamera su ebay e prenderne una nuova per pochi euro, usb e su scheda!… le soluzioni ci sono sempre...)



--
Giuliano Michelini
Musimac Staff

Re: Apple e l'età dell'alluminio

Intanto le videocamere miniDV sono ancora oggi migliori rispetto alle "nuove" in quanto il video DV ha un rapp di compressione molto più basso. Di conseguenza il video DV lo puoi editare e poi ricomprimere (in Mpeg2 o DivX o H.264, etc) senza perdita di qualità; cosa che non avviene con le altre videocamere che registrano su HDD o DVD e quindi usano il codec MPEG2. Non a caso iMovie 06 (quello serio, non il 08), quando importa un video non DV, lo converte prima in DV e poi permette l'editing. Questo è sufficiente per affermare che la videocamera su firewire che possiede la cuginetta è ancora l'optimum tra le scelte possibili e non necessita di essere aggiornata o sostituita (neanche volendo porle come motivazione il passaggio a Mac) con una che di fatto sarebbe "peggiore".

Secondo: le videocamere DV sono, fortunatamente, vendute ancora oggi. Infatti vado avanti a consigliarle a tutti, amatori e cazzeggiatori, perché la qualità video è senza dubbio molto più alta e ciò lascia spazio all'editing eventuale.

PS: io personalmente sto valutanto un iMac usato visto che, per il momento, non vorrei rinunciare a OS X. Ma sono ancora piuttosto combattuto....

-----
Se abbiamo un animale in casa, è più intelligente di qualunque computer. [Steve Wozniak]

Re: Apple e l'età dell'alluminio

primo, che cacchio dici? Le videocamere di oggi usano AVCHD, un sistema keyframed mp4 efficientissimo che raggiunge la risoluzione di 1920x1080i.
Le DV solo 720 x 576, se sei in widescreen 1024 x 576. Inoltre le videocamere tascabili DV sono certamente peggiori qualitativamente rispetto a quelle su memoria solida (mai parlato di DVD/Mpeg2, che non approvo); le videocamere DV professionali come la Panasonic AG-DVC20 che uso io, certamente non la usa la cuginetta. Forse ti è sfuggito che negli ultimi anni tutti i sistemi DV su nastro hanno adottato escamotage per passare alla memoria SSD o su HD.
Se vedi un filmato AVCHD non è nemmeno lontanamente paragonabile al DV, come qualità. Infatti, non a caso: http://www.apple.com/finalcutexpress/
Credimi, se la cuginetta vede le nuove camere con memory card, la loro qualità e la non indifferente possibilità di trasferire i file in modo non lineare, la DV la butta subito. Sai quanti nastri ho buttato io per via delle meccaniche e delle cassette… ormai sono storia.
Non a caso panasonic da tempo propone ai pro veri cose come questa:
http://catalog2.panasonic.com/webapp/wcs...

secondo, vai al mediaworld o ala fnac o dove vuoi e fai la conta di quante DV a nastro trovi rispetto a quelle a memoria.
;-)

p.s. l'iMac oggi è un computer dall'eccellente valore, visto cosa ci puoi fare...
segnalo, questo:
http://www.testsrl.it

sezione usato, imac a 700€. Non è un prezzaccio ma sono macchine favolose, io ci ho fatto il laboratorio dove abbiamo tenuto il corso di logic
;-)


--
Giuliano Michelini
Musimac Staff

Re: Apple e l'età dell'alluminio

Primo: "che cacchio dici" dillo a qualcun'altro, soprattutto se non hai nemmeno capito di cosa sto parlando. Se non sei capace di interloquire senza usare queste espressioni, evita di farlo, almeno con me, grazie. O da qui in avanti eviterò io, ovviamente.

Secondo: nessuno ha mai parlato di alta definizione, io sto parlando di definizione standard. Strano che non l'hai capito da solo...
L'alta definizione costa molto di più e ovviamente non interessa.

In SD, come saprai bene, le videocamere non registrano nel formato AVCHD, ma registrano o in DV (sulle videocamere miniDV) o in MPEG2 (sulle videocamere DVD o HDD), come ho già scritto sopra. Da qui in poi valgono tutte le considerazioni che ho fatto sopra.

Terzo: non me ne frega niente di andare alla mediaworld o alla FNAC o in altri posti a fare la conta delle videocamere, in quanto non lo ritengo un criterio molto valido per valutare la bontà di una tecnologia rispetto ad un'altra. Banalmente potrebbero vendere molti più dispositivi di una certa tecnologia solo per questioni commerciali, e non per la sua intrinseca bontà.

PS: all'inizio del post non volevo essere provocatorio o polemico, solo vorrei evitare le incomprensioni e i possibili degeneri, ecco. Quindi se evitiamo di usare queste espressioni per me va meglio :) E poi in questi giorni sono pure un po' paranoico per altre questioni...

-----
Se abbiamo un animale in casa, è più intelligente di qualunque computer. [Steve Wozniak]

Re: Apple e l'età dell'alluminio

Stavolta non ci siamo per nulla ...
-
Il Formato DV, che altro non è che una sequenza di Jpeg, è un formato compresso come tanti, che però ha il vantaggio di non essere keyframed. Questo lo rende da una parte adatto al montaggio, dall'altra poco efficiente.
Il suo rapporto di compressione è più basso per questo.
-
Lo puoi editare nel senso di taglio e cucito, ma quando passi ad operazioni più complesse come le transizioni, efx o il trattamento colore, fa schifo come tanti altri.
-
Quando lo converti in in Mpeg2 o DivX o H.264, etc, perde in qualità come tutti.
-
Non è pensato per il 16/9, a tal punto che per ottenere questo formato, alcuni Camcorder riducono la risoluzione applicando le bande nere, altri distorcono l'immagine verticalmente, in modo tale da poter "stirare" i pixel successivamente
-
I Cmcorder DV oggi fanno abbastanza pena rispetto alla concorrenza HDV ed anche AVCHD. Realizzo riprese subacquee e spesso riesco ad ottenere risultati migliori utilizzando la mia fotocamera Panasonic DMC-TZ5 (registra anche i video in formato HD 720i), di quanto non faccia il mio socio che utilizza una Sony DV a 3CCD, che qualche anno fa era considerata il top della categoria, che è costata un occhio della testa e che ha bisogno di manutenzione continua a causa del sistema nastro/testina rotante.
-
Da circa 2 mesi, finalmente sono stati presentati i primi Camcorder AVCHD (in pratica, un H.264, probabilmente il codec migliore allo stato attuale), in grado di registrare uno streaming di 24 Mbit/s. La loro qualità è finalmente paragonabile ad HDV (e quindi anni luce da DV) e per quanto mi riguarda, il nastro può definitivamente andare in pensione. Già adesso sfilo la Card dalla fotocamera ed importo i filmati nel Mac tramite un lettore e domani farò lo stesso con una Canon HF11.
Comprare una DV oggi, è quasi un atteggiamento vintage.
-
Tutti questi formati, HDV compreso, sono Keyframed e quindi poco adatti al montaggio, cosa che non era il DV.
Ed infatti, iMovie 08 li converte durante l'acquisizione in Apple Intermediate Codec, che non ha questo limite e che permette di ottenere dei risultati eccellenti durante l'editing, molto migliori del DV.
Ho condotto più di un test in proposito e devo dire che la differenza tra il filmato originale e lo stesso trasformato in Apple Intermediate Codec, spesso è invisibile ai miei occhi (e non solo ai miei).
-
In definitiva, se veramente oggi consigli a tutti di acquistare videocamere DV per lavorare con la vecchia versione di iMovie (per quanto ti potesse piacere la vecchia interfaccia utente), forse faresti meglio a smettere ... :-P
-
-

Roberto

Roberto Lanzo

Re: Apple e l'età dell'alluminio

Roberto, probabilmente hai risposto al mio post senza leggere prima il mio post in risposta alla risposta di giuliano :D Questo qua insomma: http://www.musimac.it/news/apple-leta-de...

Per cui non sto nemmeno a risponderti, perché le risposte sono le stesse che ho dato a Giuliano.

Rispondo solo ad una frase:

Quando lo converti [il video DV, nota mia] in in Mpeg2 o DivX o H.264, etc, perde in qualità come tutti.

Visto che nel contesto entro cui il mio discorso era costruito - ovvero, ripeto, video SD, piccoli montaggi e budget comunque limitati, - o si sceglie la soluzione Mpeg2 (su hdd o su dvd) o la soluzione DV (su cassettina), concordi anche tu che se hai un video in partenza mpeg2 a 9 Mbps, lo editi, e poi lo lo riconverti in mpeg2 (o mpeg4) di certo sarà qualitativamente più scadente di un video sorgente DV a 25 Mbps, editato e riconvertito in mpeg2 (o mpeg4)?
E che quindi, forse, tra i due mali si sceglie quello minore, ovvero il DV/firewire?

Boh non so, non sarò stato chiaro io a definire il contesto in partenza, ma anche voi prima di partire in quarta a smontare la mia tesi, che poi non lo è :D, dovreste cercare di capire un po' meglio... magari con una seplice domanda.

Cmq il mio intento voleva essere diverso, ossia far capire come ancora oggi la firewire tutto sommato serva anche a chi fa video amatoriale fatto tra le mura di casa sua.
Che poi magari si stiano affermando alcuni metodi di trasferimento di video digitale che non usano la firewire, nessuno lo nega, ma nessuno può altresì negare che non tutti lavorino in HD, e anche tra coloro che lavorano in HD, negare che qualcuno utilizzi la cassetta, e quindi la fw.

PS: se do dei consigli, so quello che faccio ;) Quindi ti ringrazio del tuo ammonimento ma non era necessario. Anche perché, come prima, do consigli solo su quello che so bene, cioè riguardo alla definizione standard, non su quello che non so o non so bene. Non tutti usano l'hd, per vari motivi (anche le televisioni, non solo gli amatori).

-----
Se abbiamo un animale in casa, è più intelligente di qualunque computer. [Steve Wozniak]

Re: Apple e l'età dell'alluminio

In effetti, non so quale fosse il contesto di partenza ne di quale fascia di prezzo si stesse parlando.
Rimane il fatto che la più scarsa delle videocamere DV, costava a suo tempo molto di più di un ottima HD moderna.
La fotocamera Panasonic della della quale parlo nel mio intervento, costa 230 € su pixmania e non più di 290 praticamente ovunque e produce filmati HD 720i, pure in un formato non Keyframed a 30 fps. (tralascio il fatto che è una buona fotocamera a 9.1 Mpix).
Chi compra un camcorder che registra direttamente su DVD, è chiaro che non fa editing, altrimenti fabbe una follia (per me lo è comunque)
-
Concordo sul fatto che registrando in Mpeg, il risultato finale sarà peggiore del DV, ma stiamo veramente sparando sulla croce rossa ... più realisticamente, oggi questi due formati non vanno neppure presi in considerazione.
-
Non volevo ammonirti, ho aggiunto un emoticons al mio intervento che ci sarebbe dovuto essere dall'inizio, ma rimango del parere che da tempo sia sconsigliabile l'acquisto di un Camcorder DV.
Se poi le esigenze sono acquistare un apparecchio obsoleto, dotato di meccanica complessa e delicata, che registra correttamente solo in 4/3 a bassa risoluzione, che può trasferire i filmati verso il computer solo in realtime (questo poi, oggi non sarei in grado di sopportarlo) ecc, allora va bene il DV.
Per risparmiare quanto poi?
Niente, tanto il gruppo ottico di un DV economico è comunque penoso e la sua meccanica invece costosissima rispetto ad una videocamera moderna, che registra su HD o Card e non ha quasi parti mobili.
-
Insomma, la FW mi manca, ma di certo non per il mio DV, che sta nel suo cassetto dal quale non esce non so più da quanto tempo.
Ovviamente, chi possiede un camcorder di qualche anno fa e vuole continuare ad utilizzarlo, non deve comprare il MacBook alluminium ... anche se oggi ho sentito che sono in preparazione degli adattatori FW-USB pensati proprio per le videocamere.
-
Roberto Lanzo

Re: Apple e l'età dell'alluminio

lo dico a te invece, bonariamente certo ma con convinzione, quando affermi in modo un po' saccente cose che alla fine non rispondono alla realtà. Siccome poi altri leggono i post e magari non conoscono la materia, va a finire che credono pure a quello che dici.
Chi invece ha un po' di esperienza nel montaggio video, conosce la teoria dei segnali video ed ha lavorato con i nuovi supporti, capisce che quello che dici è dettato dall'inesperienza: Roberto ti ha già spiegato bene come stanno le cose (e lui ed io ne abbiamo fatte di prove e lavori video di ogni genere, fidati…).

Quindi poichè stai scrivendo sul forum di cui io sono tra i fondatori, se ti richiamo c'è un motivo: non sei a casa tua, come al tuo solito invece pensi di essere, dicendomi che non capisco di cosa parli: abbi rispetto, se non altro perchè con queste cose tutti e due ci lavoriamo come minimo da 15 anni mentre tu no.

Su queste pagine vogliamo che i contenuti siano tecnicamente corretti, mentre quello che hai scritto qua sopra non lo è, senza entrare nei tuoi complicati sofismi (parlavo solo di SD, Mpeg2 ecc.): leggi bene quanto ti scrive Roberto.
Se non accetti questo, puoi andartene quando vuoi. E questa è l'ultima volta che lo scrivo.
Chiediti infine, perchè i problemi di questo genere avvengono **sempre e solo** con te.
Siamo cattivi e ti vogliamo dare contro per divertimento?

Non farò altre risposte.



--
Giuliano Michelini
Musimac Staff

Re: Apple e l'età dell'alluminio

Perché probabilmente parti col preconcetto di rispondere a un ragazzino che non sa nulla e quindi utilizzi espressioni aggressive/altezzose come quelle di cui sopra (che non ho visto usare con nessun'altro, se non in casi in cui dovevi umiliare qualcuno). Perché altrimenti - se ritieni il tuo interlocutore "all'altezza" - non te la prenderesti così tanto se questo ti chiede di non usare una certa espressione perché può creare fastidi o peggio...
Da qui nascono i problemi, se a non rispettare le regole, se a non capire che è meglio evitare certe espressioni, sei prima di tutto tu, uno dei fondatori di questo forum. Non ti puoi lamentare se c'è puzza se sei il primo a scorregiare, per usare una metafora "colorita…

Quello che ho scritto non è inesatto. E' esatto invece, sei tu che non hai capito esattamente di cosa stavo parlando! Poi te l'ho spiegato, e anziché rispondere ai contenuti hai attaccato con questa specie di predica. E vabè.
Quello che ho scritto è esatto, sei tu che non hai capito il contesto. Sono spiacente di questo, ma non puoi prendertela più di tanto. Un esempio: se io dico: "oggi piove", l'enunciato non è giusto o sbagliato apriori, ma può avere valore di verità "vero" o "falso" a seconda del luogo, a seconda che mi trovo a Milano o a Roma. E non centrano i sofismi, centra di capire meglio cosa dice l'interlocutore prima di dargli addosso. Questo a prescindere che tu (o io) sia un amministratore, un moderatore o un utente normale.

Poi ti faccio notare un altro picolo dettaglio che forse t'è sfuggito: alla fin della fiera quello che ho scritto io e quello che hai scritto tu non sono in contraddizione in quanto sono due ambiti diversi :D. Cioè di fatto bastava anziché partire in quinta a scannarci, capire un po' meglio i confini del discorso. Tutto quà.

Riguardo al tuo invito implicito ad andarmene, davvero credi ce ne sia bisogno? Davvero non ti sei accorto che ultimamente sto scrivendo sempre meno qui dentro? Strano, avrei detto che non ti sfugge nulla xD
Quindi se ora mi vuoi "chiudere la bocca" perché ho osato contraddirti, fai pure, per me non c'è problema. Io non ho nessun problema. Ma fai caso che, anche stavolta, a buttare l'amo non è stato il sottoscritto.

-----
Se abbiamo un animale in casa, è più intelligente di qualunque computer. [Steve Wozniak]

Re: Apple e l'età dell'alluminio

In effetti, non so quale fosse il contesto di partenza ne di quale fascia di prezzo si stesse parlando.

Ah beh, in effetti un piccolo dettaglio...

Rimane il fatto che la più scarsa delle videocamere DV, costava a suo tempo molto di più di un ottima HD moderna.
La fotocamera Panasonic della della quale parlo nel mio intervento, costa 230 € su pixmania e non più di 290 praticamente ovunque e produce filmati HD 720i, pure in un formato non Keyframed a 30 fps. (tralascio il fatto che è una buona fotocamera a 9.1 Mpix).

No scusa, forse io non so leggere i numeri, ma credo che questa sia più costosa di questa... o forse mi sbaglio?

Chi compra un camcorder che registra direttamente su DVD, è chiaro che non fa editing, altrimenti fabbe una follia (per me lo è comunque)

Ecco, e quindi mi stai confermando che quello che ho detto prima è corretto :D

Non volevo ammonirti, ho aggiunto un emoticons al mio intervento che ci sarebbe dovuto essere dall'inizio, ma rimango del parere che da tempo sia sconsigliabile l'acquisto di un Camcorder DV.
Se poi le esigenze sono acquistare un apparecchio obsoleto, dotato di meccanica complessa e delicata, che registra correttamente solo in 4/3 a bassa risoluzione, che può trasferire i filmati verso il computer solo in realtime (questo poi, oggi non sarei in grado di sopportarlo) ecc, allora va bene il DV.
Per risparmiare quanto poi?
Niente, tanto il gruppo ottico di un DV economico è comunque penoso e la sua meccanica invece costosissima rispetto ad una videocamera moderna, che registra su HD o Card e non ha quasi parti mobili.

Scusami, ma il cfr che ho fatto qui sopra mi pare contraddica almeno l'ultima cosa che hai scritto. No?
Riguardo alla fragilità, si una DV avrà una meccanica più fragile senz'altro, ma vogliamo parlare della fragilità degli hard disk?
Riguardo alla meccanica, è vero una dV ha una meccanica più fragile, ti può rovinare o più cassettine, etc. Ma vogliamo parlare di quanto costa una cassettina in rapporto ad un hard disk?
Riguardo all'ottica, beh se prendi una videocamera DV top gamma e una videocamera HD/AVCHD top gamma, non credo che a livello di ottica ci siano differenze abissali (ma su questo forse mi sbaglio).

Devo trovare un articolo di Sound&Lite in cui il regista di MTV che ha fatto le riprese all'Heineken Jammin' Festival di quest'anno spiega perché hanno usato telecamerine DV in SD piuttosto che mostri in HD. Appena lo trovo...

[edit]
Piccola aggiunta, m'è venuta in mente adesso, chiedo venia... xD

Ovviamente tutto questo casino va sempre ben oltre gli intenti del mio post iniziali e soprattutto il contesto di riferimento che non ha nulla a che vedere né con la TV, né con le riprese subacquee.
Comunque vabè, già che ci siamo parliamone. Io sono sempre apertissimo a imparare cose nuove e ammetto che di video ne so sicuramente meno di audio :)

-----
Se abbiamo un animale in casa, è più intelligente di qualunque computer. [Steve Wozniak]

Re: Apple e l'età dell'alluminio

Si, rinuncio, non avevo capito che si stava parlando di giocattoli ... ripeto che con la mia fotocamera, che costa 60€ in più della DCR-HC51, giro filmati migliori ed in risoluzione HD 720i in formato non Keyframed e quindi adatto al montaggio anche senza variazioni di codec, ingombra un terzo, ha un Zoom 10x, un obbiettivo 28, stabilizzatore ottico, la custodia subacquea ecc. Non ho parti in movimento, registra tutto su scheda che poi va in un lettore e non attacco nessun cavo al Mac, ne USB ne FW.
E questo è solo un sottoprodotto delle sua capacità reali, visto che si tratta in realtà di una fotocamera.
-
Anche tu hai confrontato oggetti non omogenei, questo anche per la semplice ragione che una DV paragonabile alla sony HDR-SR10E che citi (e che io comunque non comprerei mai, perché basata su di un variante dell'AVCHD obsoleta), neppure la producono più per il mercato consumer. Non avrebbe senso montare ottiche Zeiss, stabilizzatori ottici, Zoom 15x ecc, con una simile tecnologia di base.
-
http://www.trovaprezzi.it/prezzo_videoca...
Questa è un full HD su Card, (senza HD quindi), anni luce dalla DV che dici, costa il triplo, ma comincia a valerne la pena.
http://cgi.ebay.it/SANYO-XACTI-HD800-HD-...
Se vuio risparmiare e ti accontenti del 720ì avendo pure una fotocamera di 8 Pix, c'è pure questa.
Attorno ai 500€ si prende questa:
http://www.canon.it/For_Home/Product_Fin...
-
E comunque, la tecnologia DV agli esordi, costava molto di più di quanto non costino attualmente questi camcorders. Paragonarli adesso ha poco senso, l'acquirente di allora, appassionato di video e che si vuole dedicare al montaggio, oggi non le compra e si rivolge alle nuove tecnologie.
Il Dv che dici, ce l'ha il mio muratore rumeno (l'ha pagato qualcosa di meno devo dire, ho trovato un'incredibile offerta al supermercato), ci gira delle bellissime riprese della sua bambina e le proietta direttamente sulla televisione. Più spesso le cancella, visto che non compra mai un nastro.
-
Devo ammettere che se dobbiamo discutere di Camcorders da 164€, io non sono ferrato, ma poi non venitemi a dire che il problema dei nuovi MacBook è che non ci si possono collegare interfacce audio di qualità ...
-
-

Roberto Lanzo

Re: Apple e l'età dell'alluminio

qui non piove ...e io devo lavorare.
notoriamente io sono uno che gode nell'umiliare i niubbi qui sul forum, è il mio sport.
Nessun invito ad andartene, solo che ogni qual volta ti si fa notare qualcosa che è sballato (nel tuo discorso il contesto totale lo è) tu cominci a spiegarci ciò che **noi** non capiamo.

Non aggiungo altro.



--
Giuliano Michelini
Musimac Staff

Re: Apple e l'età dell'alluminio

Devo ammettere che se dobbiamo discutere di Camcorders da 164€, io non sono ferrato, ma poi non venitemi a dire che il problema dei nuovi MacBook è che non ci si possono collegare interfacce audio di qualità ...

Ehm... a dire il vero lo scopo di frapox non mi sembrava quello di sottolineare che non ci si possono attaccare schede audio di qualità ma di dire che ci sono clienti comuni che comprano videocamere sotto i 200€ e non le possono collegare perchè il MB non ha la FireWire... e dato che dovrebbe essere pensato per un mercato consumer, a questi consumer non potranno venderlo...

______________________________________________________________
"There is only one good use for a small town...
You hate it! And you know you have to leave…"

Re: Apple e l'età dell'alluminio

videocamera consumer? macbook bianco consumer!! ah, ma è vero...non è alla moda!! questo 3d mi pare si sia perso su sentieri di paranoia, io lo chiuderei!
;+)#

Re: Apple e l'età dell'alluminio

> lo scopo di frapox non mi sembrava quello di sottolineare che non ci si
> possono attaccare schede audio di qualità ma di dire che ci sono clienti
> comuni che comprano videocamere sotto i 200€ e non le possono collegare
> perchè il MB non ha la FireWire... e dato che dovrebbe essere pensato per
> un mercato consumer, a questi consumer non potranno venderlo.
-
Quando il PowerBook 12" si collegava a videocamere DV, si trattava di apparecchi tutt'altro che consumer se paragonate ai prezzi attuali dei Camcorder HDV o AVCHD.
Oggi i DV costano 2 lire e valgono anche meno, ma di fatto, perfino il software che Apple da gratuitamente con i Mac (iMovie) è pensato per il montaggio in formato HD e lavora con un Codec nettamente superiore al DV.
-
Ovviamente, se ancora fosse possibile collegare via FW un camcorder DV ad un MacBook (e non è detto che non o sarà ... ), ne saremmo tutti assai lieti, ma da qui a sostenere che l'utilizzo di questa tecnologia ormai obsoleta, è addirittura preferibile, ce ne passa.
Per me, il DV è morto da anni e pur possedendo un Camcorder ed un registratore/riproduttore da tavolo in questo formato, credo ci non aver mai collegato alla FireWire del mio MacBook Black nulla del genere.
Eppure il video lo monto eccome.
-
-
Roberto

Roberto Lanzo

Re: Apple e l'età dell'alluminio

Appunto che lo fai molto usi roba semipro: anche io ho una videocamera DV che ho pagato non più di 150 euro e per l'uso che ne faccio (...i filmini di famiglia) non ho proprio in mente di sostituirla con altro almeno per qualche annetto...e pure tutti quelli che conosco che hanno una videocamera sono tutti ancora su DV...quindi non dico che sia preferibile (per tutte le ragioni dette finora) ma sicuramente è vero che il DV "base" è molto diffuso ancora a livello amatoriale (che dovrebbe essere appunto la base di vendita dei portatili in questione)
Comunque state litigando (o perlomeno discutendo animatamente) su una questione già chiarita, in quanto già nelle prime righe della vostra ricca recensione viene citata questa questione del firewire...
-----
http://www.myspace.com/valeriopiazza

Re: Apple e l'età dell'alluminio

A parte la ridondanza della questione fw... l'intervento di fra, che mi sembra evidente è questo in soldoni
"La fw è stata tolta per esigenze di mercato"
"Molti clienti consumer però la volevano per le DV (e altro)"
E le due cose sono abbastanza antitetiche... stop

______________________________________________________________
"There is only one good use for a small town...
You hate it! And you know you have to leave…"

Re: Apple e l'età dell'alluminio

Personalmente, credo che la FW sia stata tolta per differenziare la gamma MacBook/MacBook Pro ... siamo seri, ma con un MacBook come quello attuale, costruito così bene e con lo stesso schermo lucido, se fosse stato dotato pure delle stesse porte del MacBook Pro, chi se lo sarebbe comprato quest'ultimo?
Il ragionamento fatto da Apple (mutilare la macchina base per vendere il modello top) mi urta talmente tanto che a maggior ragione non acquisto il MacBook Pro ... MacBook tutta la vita a costo di dover cambiare tutte le periferiche.
Non solo, do via pure la Duet, alla faccia di Apple/Apogee.
-
Questo non ha nulla a che fare con il DV, che rimane uno standard vecchio anche se molto diffuso. Qui si discuteva se fosse il caso di acquistare un Camcorder DV oggi, cosa che io non prendo in considerazione a nessun prezzo.
-
Questo non ha nulla a che fare con l'eliminazione della porta FW, che rimare una grave lacuna dei nuovi MacBook, come da conclusione dell'articolo che ha generato questo Thread.
-
-
Roberto Lanzo

Re: Apple e l'età dell'alluminio

Intanto grazie per la risposta... dove posso trovare info dettagliate sul tipo di adattatore necessario per usare queste porte combo s/pdif? Tnx. ;) -- Paolo Manfro Savona, Italy

Re: Apple e l'età dell'alluminio

ah, su thomann ne hanno di ottimi a 2 euro! io li ho presi e vanno benissimo
http://www.thomann.de/it/the_sssnake_ada...

ciao



--
Giuliano Michelini
Musimac Staff

Re: Apple e l'età dell'alluminio

Ciao. Tra le schede audio usb 2 (come tutte le altre schede audio della Line6) c'é anche questa: http://it.line6.com/toneportux8/specific...
Io ho la KB37, sempre della Line6, sempre usb 2.
Non sono un esperto, ma a me personalmente queste due schede non sembrano male. Su questo stesso forum, del resto, è stata spesso consigliata come prodotto avente un buon rapporto qualità prezzo e con dei buoni pre la ux2 che è ha le stesse specifiche della KB37, ma senza tastiera.
Ciao.
G.

Re: Apple e l'età dell'alluminio

Ciao, sto per acquistare il tuo stesso macbook alluminio 2.0 ghz...uso ableton con molti vst e midi me lo consigli? Mantiene il processore?