come si formatta un HD esterno sia per mac che per pc?

la domanda è tutta nel "soggetto".

sapete dirmi come si fa?

sempre riconoscente, picaro

è un problema di file

è un problema di file system.
Mac è in grado di leggere correttamente sia FAT32 che NTFS, ma quest'ultimo che è il migliore per win, non può ad oggi essere SCRITTO con un mac...leggi ma non scrivi.
Probabilmente Leopard supporterà questa mancanza.

Ad oggi puoi usare il sistema Fat32 che non è molto prestante e sicuro, ma funziona.

In alternativa, Google ha rilasciato MacFuse, per usare come su linux altri filesystem in emulazione:
http://code.google.com/p/macfuse/

i più bravetti però dicono che il sistema è di difficile gestione/installazione e parecchio rischioso...insomma perdi i dati se non stai attento.

thats is.

---
Giuliano Michelini
Musimac staff

Io ho risolto il problema

Io ho risolto il problema nel seguente modo:

dopo aver provato a installare con bootcamp Windows XP su partizione FAT32 e ho scoperto a mie spese che NON FUNZIONA AFFATTO BENE!!!

Nessuno vi dirà mai quello che invece sto per dirvi!

Suonino le TROMBE, Urlino i TAMBURI: paa paa pa pppaaa paaa e rrrrrummmmmbleeee ;-)

SE VOLETE INSTALLARE WINDOWS XP in modo che funzioni come un TRENO, dopo aver lanciato bootcamp e lanciato il CD di Windows DOVETE FORMATTARE una partizione da 9 o 10 GB con il file system NTFS!!

Questa patizione non la potrete mai più modificare da OS X!

A questo punto, basta installare su XP MacDrive (l' ultima versione è stata espressamente modificata per supportare i Mac con CPU Intel, fino ad oggi tutto fila lisco sul mio macbook)

Finalmente il mio disco esterno da 120gb 2,5" può essere formarttato in HFS Journaled e contemporaneamente usato con OSX e con Winzoz!!!! (tutte le applicazioni di Windows leggono senza alcun problema i dischi MAC grazie a Macdrive!!!)

Potrete tranquillamente installare applicazioni per Windows anche sul disco esterno formattato in HFS!!!

perderete SOLO 10GB ma potrete vedere tutti i dischi HFS da Windows
(compresa la partizione dove risiede il sistema OSX
***** ciò richiede una certa cautela perché si potrebbe danneggiare irreparabilmente l'avvio di Tiger, ma se non fate gli stupidi cancellando file che non vi ricordate di aver creato, e avete esperienza con macchine DualBoot che eseguono nativamente OS9 non avrete problemi ******)
e potrete installare applicazioni windows su dischi formattati per Mac (senza alcun problema)!!!

... escludendo il fatto di dover rinunciare per sempre a 10GB del vostro Mac!

fermusic

PS: la risposta alla tua domande è: installare MacDrive su XP!

Ma, Fer, è del tutto

Ma, Fer, è del tutto normale formattare la partizione creata con BootCamp in NTFS, è così che fanno tutti.
Poi, in effetti, non ci puoi scrivere direttamente via OSX, ma questo è un bene.
Però, se disponi di Parallels Desktop, puoi farlo utilizzandolo come ponte, il che è anche un'operazione più sicura ... tra le altre cose, le ultime 2 revisioni di Parallels Desktop, possono avviare la macchina virtuale utilizzando la partizione BootCamp, il che riduce al minimo lo spazio necessario per avere Win sia "nativo" che nella macchina virtuale.

NTFS è un FleSystem proprietario di Microsoft ed è per questo che non ci sono vere garanzie scrivendoci su via altri OS.

Personalmente, consiglierei di formattare il disco condiviso in FAT 32, che per i dati va più che bene e può essere letto da entrambe i sistemi operativi senza aggiungere nessuna appicazione.

Roberto Lanzo

Sono stranamente d'accordo

Sono stranamente d'accordo con Fermusic :)

Meglio formattare l'hdd esterno in HFS+ e usare Macdrive sotto XP.
Purtroppo il FAT32 ha delle grosse limitazioni ad esempio non vede più di 120 GB anche se l'hdd è più capiente.
E poi non ha il journaling!

NTFS è meglio per XP, ma è una cosa ovvia e risaputa sin dal 2001 :)

io per poter scrivere da mac

io per poter scrivere da mac ho formattato come consiglia boot camp in fat32 e win va bene, poi con mac drive posso leggere e scrivere tutto ovviando al problema della piccola partizione fat.

Aspè qui rispondo io che

Aspè qui rispondo io che sono PCista ma non per molto ancora :-D

Se usi XP, formatta in NTFS che è decisamente meglio (mediante Partition magic puoi semplicemente convertire il Filesystem senza cancellare tutto). Questo per il semplice motivo che hai la possibilità di gestire file più grossi di 4Gb, explorer e i background di win hanno la possibilità di scrivere meglio i loro processi nella cache momentanea del disco...

PS: questo è valido SOLO per la partizione che ha la cartella WINDOWS, sia ben chiaro... Se poi ci vuoi proprio scrivere in quella cartella puoi anche usare MacFUSE di Google per risolvere il problema ;)

Ma tu lo dici solo oraaaaa

Ma tu lo dici solo oraaaaa ;-)

Fat32 è da evitare come la peste:
rallenta tutto (sia OSX che XP)

HFS + MacDrive sono una roccia
fugurati che (udite udite) dopo un crash di OS X, essendo che la partizione XP era selezionata come disco di avvio, il mac si è avviato con XP:
ebbene, è comparsa una finestra di MacDrive che mi avvertiva che i dischi HFS erano stati montati ma potevano essere usati solo in lettura finche non fosse stato riavviato OS X!!!

MEGLIO DI OS 9!!!

e POI.... se per caso installi XP su partizione Fat32 passerai più tempo a vedere riparare il disco dal numero enorme di crash di XP!

Io su XP uso Cubase (per trasferire i progetti dei ragazzuoli da mixare su Logic Pro e quindi farli suonare come FERMUSIC COMANDA :-) e ti posso garantire, che se XP con Cubase trovano una partizione FAT32 uno dei due va in crash.... forse vanno in crash tutti e due APPASIONATAMENTE!!! :-)))

ma non approfondiano oltre.... Grazie

fermusic

STRANAMENTE mi dai

STRANAMENTE mi dai ragione???.... Non c'è più mondo!

Tu con quel avatar dagli "occhi sgummati con cuffia, che sembra arrendersi al nemico" ti meriti lo stesso una "fraccata di bastonatelle… e ZITTO! ;-)

skerzo!

fermusic

Scusa ma... mmmm MacFuse

Scusa ma... mmmm MacFuse cosa è?
forse è un Mac che si e fatto una canna?

fermusic

e poi 'sto NTFS di

e poi 'sto NTFS di proprietà di Microsoft

IL DISCO è MIO!!!
Ho la FATTURA!!!

se loro vogliono veramente vantare una proprietà dovrebbero risarcirmi di ogni crash e anomalia che incontro durante il mio lavoro!

Se sono proprietari dei miei dischi, voglio i danni sui Carsh!!!! :-D

fermusic

Se vuoi usare la EWQLSO sia

Se vuoi usare la EWQLSO sia su Mac che su XP devi installare macdrive su XP
la formattazione FAT 32 è superflua!
perderai solo 10 GB dal lato OS X ma da XP potrai leggere tutto il tuo mac (anche se fosse un Mac Pro con 4 dischi da 500GB) e condividere con le appliacazioni di XP tutte le librerie di campioni insatllate sul MAC: RMX, EXS24 (con Logic 5). Kontakt.... tutto di tutto!

Chiaro?

fermusic

PS. XP consente l'uso di tecnologie modernissime nonostante sia un sistema vecchio grazie ai driver (vedi A2DP)

questo è innegabile!

si, con l'erba che gli hai

si, con l'erba che gli hai fornito tu però!
:-)))

---
Giuliano Michelini
Musimac staff

Inserito da Fermusic il 29

Inserito da Fermusic il 29 Gennaio, 2007 - 00:52

> e poi 'sto NTFS di proprietà di Microsoft
> IL DISCO è MIO!!! Ho la FATTURA!!!

Geniale :-)))

Scherzi a a parte, intendevo dire che NTFS non è completamente documentato. Neppure HFS+ lo è e nessuno sa veramente come funzioni il Journal di Apple.

> Se vuoi usare la EWQLSO sia su Mac che su XP devi installare macdrive
> su XP la formattazione FAT 32 è superflua!

Beh, certo. Pensavo stessimo parlando di un sistema per spostare files generici tra Mac e PC.
Tra l'altro, se hai solo bisogno di condivedere delle grosse librerie, il disco può rimanere formattato in NTFS. Certo, se ci devi anche scrivere, la soluzione che hai adottato è l'unica ... prima di questo (già segnalato da planetx):
http://apple.slashdot.org/article.pl?sid...
Personalmente, non ho avuto ancora modo di provarlo, anche perchè al non momento non ho le tue stesse necessità (al massimo nel PC ci converto i files del GPS ed aggiorno il cellulare).

Perchè non provi tu e ci fai sapere?

> Io su XP uso Cubase (per trasferire i progetti dei ragazzuoli da mixare
> su Logic Pro e quindi farli suonare come FERMUSIC COMANDA :-) e ti posso
> garantire, che se XP con Cubase trovano una partizione FAT32 uno dei due
> va in crash.... forse vanno in crash tutti e due APPASIONATAMENTE!!! :-)))

Questo invece non mi è mai successo.

Inserito da frapox il 28 Gennaio, 2007 - 16:00

> Meglio formattare l'hdd esterno in HFS+ e usare Macdrive sotto XP.
> Purtroppo il FAT32 ha delle grosse limitazioni ad esempio non vede più di
> 120 GB anche se l'hdd è più capiente. E poi non ha il journaling!

Il Journal è del tutto inutile su un HD che non contiene OS X.
Tu potresti obbiettare che vuoi tenere un OS installato anche sull'HD esterno.
Certo, ma poi ci scrivi con MacDrive? E sei sicuro che non ti distrugge il Journal? Come dicevo, nessuno Apple a parte, sa esattamente come funziona e quindi ti conviene tenerlo disabilitato su di un disco condiviso.

Roberto Lanzo

Beh se non mi motivi la tua

Beh se non mi motivi la tua affermazione io potrei allo stesso modo dirti che il Journal è utile per qualsiasi disco. Anzi, io sono convinto proprio di questo :)

Il motivo? Beh, se i file system senza journaling hanno molta più probabilità di corrompersi tanto sugli hdd interni quanto su quelli esterni.
E guarda caso il FAT32 è un FS noto per la sua facile corruttibilità :)

>Inserito da Roberto Lanzo

>Inserito da Roberto Lanzo il 29 Gennaio, 2007 - 14:28

>ma poi ci scrivi con MacDrive?
> E sei sicuro che non ti distrugge il Journal?
>Come dicevo, nessuno Apple a parte, sa esattamente
>come funziona e quindi ti conviene tenerlo disabilitato
>su di un disco condiviso.

Il fatto è che su un Macbook lo spazio è poco e la soluzione della partzione da 10gb dedicata a Win è obbligata come del resto macdrive.

Nel mio caso il progetto cubase lo tengo sulla partizione del Mac e esporto i file che mi servono sempre nella medesima cartella

MacDrive si accorge se ci sono anomalie infatti ad un riavvio forzato pur montando il disco HFS lo ha protetto in scrittura facendo comparire una finestra con l'indicazione di non poter modificare il disco del Mac e che sarebbe stata neccessario la riparazione che lui non poteva eseguire!

Dopo aver riavviato da Mac OS X (che ne ha effettuato la riparazione) il disco è ritornato scrivibile anche da MacDrive

fermusic

Inserito da frapox il 29

Inserito da frapox il 29 Gennaio, 2007 - 17:06

> Beh se non mi motivi la tua affermazione io potrei allo stesso modo
> dirti che il Journal è utile per qualsiasi disco. Anzi, io sono convinto
> proprio di questo :)
>
> Il motivo? Beh, se i file system senza journaling hanno molta più
> probabilità di corrompersi tanto sugli hd interni quanto su quelli
> esterni. E guarda caso il FAT32 è un FS noto per la sua facile
> corruttibilità :)

Si, tecnicamente hai ragione, il File System è comunque più a rischio scrivendo su volumi non Journalizzati, ma sicuramente il vero problema sul il disco di avvio.
Questo perché, anche a causa della memoria virtuale, l'OS scrive continuamente sull'HD anche se apparentemente non stiamo conducendo nessuna attività in tal senso.

Dopo un caduta di tensione ad esempio, il vero problema potrebbe essere riavviare la macchina e comunque farlo in un tempo ragionevole.
Tra le altre cose, il disco di avvio non è neppure riparabile autonomamente una volta lanciato l'OS.

I dischi esterni invece, in caso di crash possono essere controllati/riparati anche a macchina accesa ed anzi, in seguito ad una situazione di questo tipo, è sempre buona cosa dargli un'occhiata anche avendo il Journaling.
Inoltre, il rischio, come pure la possibilità di prevenire la corruzione del File System data dal Journaling, esistono solo in scrittura (anche se Fermusic da sempre dice che non è così ...) e noi si parlava di condividere libreria e quindi di lettura.

Il Journal sui dischi esterni, è particolarmente utile sui Server (per i quali è nato), situazioni in cui praticamente l'attività dei dischi è costante e coinvolge centinaia di files contemporaneamente. Noi invece, normalmente ne registriamo uno per volta.
Quante possibilità abbiamo che il Journal ci salvi quell'unico files in caso di crash?
Quasi nessuna e si deve verificare la situazione in cui il file è stato scritto, ma il diario non è stato ancora redatto in uscita (in questo casi, il journaling fa riferimento a quanto riporta il diario in ingresso).
Immaginate un file audio che dura 3 minuti (in recording), ma che per essere salvabile dal Journaling in caso di crash, questo deve essere avvenuto nell'ultimo millisecondo.

Non per nulla, il Journaling da Apple può essere tenuto disabilitato sui dischi che contengono dati, ma non in quelli con OS X (forzando, si può fare pure questo).

Infine, c'è questa benedetta storia delle prestazioni. A rigor di logica, un File System Journalized è più lento, a tal punto che Digidesign ne sconsiglia l'utilizzo per le sessioni ProTools.
Noi, a suo tempo (nella prova dei primi G5, che adesso è Offline), non siamo riusciti a misurare questo peggioramento di prestazioni, che comunque sarebbe solo in scrittura.

Questo è il documento tecnico di Apple in proposito.
http://docs.info.apple.com/article.html?...

Roberto Lanzo

Inserito da Fermusic il 29

Inserito da Fermusic il 29 Gennaio, 2007 - 18:11

> Il fatto è che su un Macbook lo spazio è poco e la soluzione della
> partzione da 10gb dedicata a Win è obbligata come del resto macdrive.
>
> Nel mio caso il progetto cubase lo tengo sulla partizione del Mac e
> esporto i file che mi servono sempre nella medesima cartella
>
> MacDrive si accorge se ci sono anomalie infatti ad un riavvio forzato pur
> montando il disco HFS lo ha protetto in scrittura facendo comparire una
> finestra con l'indicazione di non poter modificare il disco del Mac e che
> sarebbe stata neccessario la riparazione che lui non poteva eseguire!
>
> Dopo aver riavviato da Mac OS X (che ne ha effettuato la riparazione) il
> disco è ritornato scrivibile anche da MacDrive

Mhhhh ... qui il problema non è solo sapere se ci sono anomalie, bensì capire perchè.
Comunque, il tutto mi pare un po' a rischio. Della partizione WIN me ne inporta poco e pensa che quando ho cambiato il MacBook con la versione con il Core 2 Duo, per trasportare Win XP ho prima creato la partizione con BootCamp, l'ho formattata FAT32 e ci ho brutalmente copiato dentro (Drag&Drop) Windovs prendendo tutto il contenuto della partizione del vecchio computer (avevo fatto un .dmg).
Poi, ho convertito con un'utility, il file system in NTFS.
Quando si è avviato dopo questo massacro, non credevo ai miei occhi :-O

Se è questo quello che si può fare ad un OS tramite un altro, preferisco che Windows la partizione HFS+ del mio MacBook, non la veda affatto ...

Roberto Lanzo

Inserito da Fermusic il 29

Inserito da Fermusic il 29 Gennaio, 2007 - 02:44

> XP consente l'uso di tecnologie modernissime nonostante sia un sistema
> vecchio grazie ai driver (vedi A2DP)
>
> questo è innegabile

Diciamo che è innegabile che gli sviluppatori di terze parti, creino dei driver adeguati per le loro periferiche, anche perche altrimenti, a chi le venderebbero?

A2DP sarà nativo con OS 10.5 ... ci tocca aspettare :-/
http://en.wikipedia.org/wiki/Mac_OS_X_v10.5

Roberto Lanzo

www.radiogagarin.eu oddia,

www.radiogagarin.eu

oddia, avete scritto in tanti e tanto. comincio a ringraziarvi tutti. tra una settimana finirò di leggervi e capirò che fare della mia vita.

grazie veramente della partecipazione

Roberto, stavamo parlando di

Roberto, stavamo parlando di condivisioni di dati tra 2 sistemi operativi, tra Winzozz e OS X, non necessariamente di librerie audio :)

Comunque ho letto bene il documento di Apple e ho riletto più volte anche il tuo intervento. E dall'idea che mi sono fatto:

- Il Journaling è sicuramente vitale per il disco di avvio

- i journaling è importante non soltanto per il disco d'avvio, ma per qualsiasi disco su cui si legge e scrive

- è importante non perchè ti preserva i dati che stai scrivendo nel momento in cui va via la corrente, ma perchè ti logga le operazioni di I/O prima di applicarle al disco, e ciò permette, anche nel caso di un power shortage, di mantenere l'"indice" di file e directory intatto (e quindi non richiede un controllo di consistenza totale del disco, al riavvio)

- è tanto più importante quanti più sono i file che vengono scritti in ogni istante

- se su un disco ci metti solo librerie audio che quindi andrai solo a leggere, il journaling non è importante

- se usi l'HDD come scratch disk per lavorare con la tua DAW, il journaling è molto importante perché scrivi più files alla volta. (Vedi punto 3). E comunque il decremento di performance è così piccolo che il gioco vale la candela.

- se usi un HDD come "deposito" di files / Documenti / progetti audio è importante, dato che comunque su questo tipo di volumi ci vai a scrivere

Credo di aver capito giusto. O no? :)

hai avuto fortuna! Non so

hai avuto fortuna! Non so xkè ma spesso questo è impossibile, sai quante volte ho provato io a staccare l'HD di un computer e portarlo su un altro computer e attaccandolo come master nn mi si avviava XP xkè si incavolava con la scheda madre aliena??? :-D

_____________________________________________________________
"There is only one good use for a small town...
You hate it! And you know you have to leave..."

DISCO FAT32 LIMITE A 120 GB

NON E' VERO CHE UN FAT32 GESTISCE SINO A 120 GB COME DETTO DA QUALCHE PARTECIPANTE.

IO HO REGOLARMENTE FUNZIONANTI DISCHI DA 300 GN SEAGATE E PACKARD BELL

Re: DISCO FAT32 LIMITE A 120 GB

riciccio fuori questo 3d per chiedere aggiornamenti

Paragon? quali pro e quali contro?

ciao ;+)#

paragon

up up uppuruppuppu'!

Re: paragon

Intervengo per dirti che io non uso Paragon ma MacFUSE + NTFS-3G, che a differenza di Paragon prevede un'opzione gratuita. Parlammone qui: http://www.musimac.it/discussioni/hardware/hardware-dintorni/hd-esterno-farne-una-partizione#comment-54061

 

NTFS-3G (indispensabile per far gestire a MacFUSE il formato NTFS) infatti è disponibile per Mac in due versioni, una gratuita e una, più sofisticata, a pagamento.

---
Roberto Giannotta
Trieste, Italy

Re: paragon

grazie Rob, volevo solo sapere se c'erano controindicazioni come riportato da non so chi non ricordo quando... e' colpa di quel medico tedesco che mi ha fatto perdere la testa!!

Re: come si formatta un HD esterno sia per mac che per pc?

Ciao, se avete già risolto mi scuso ma non ho tempo di leggere tutte le risposte.
Io ho risolto così:

L'ho formattato in NTFS e ho abilitato (su SNOW LEOPARD) la scrittura dei dati. Non mi ricordo come ma lo trovi googlando, devi inserire una stringa sul teminale, è semplice da fare. Fatto questo puoi leggere e scrivere con entrambi i syst.

Se hai SO precedenti a snow leopard è più complicato non ricordo di preciso il procedimento.

N.B. Questa soluzione ovviamente non ti consentirà l'utilizzo di time machine

Re: come si formatta un HD esterno sia per mac che per pc?

Aggiorno questa discussione per informare che in Windows 7,Snow Leopard e Lion  esiste la possibilità di formattare dischi in Extended Fat, che altro non è che la veriose del vecchio FAT32 riveduta per supportare i file con dimensione superiore ai 4GB.

 

Tutti e tre i sistemi operativi la gestiscono in maniera nativa senza aggiunta di nessun layer software per la lettura e scrittura.

 

Grazie.

Analog Mind in a Digital World

A.L.E.
Absolutely Last Effect
http://soundcloud.com/absolutelylasteffect

Re: come si formatta un HD esterno sia per mac che per pc?

Apri utility disco vai su inizializza, e nel formato selezioni fat 32, nel nome gli metti quello che vuoi, e poi clicchi su inizializza, aspetti che la barra di progressione azzurra finisca e quando ha finito il disco è formattato in fat 32.

A me extended fat ha dato alcuni problemi.

Re: come si formatta un HD esterno sia per mac che per pc?

se bisogna solo copiare o scrivere su hd alieni con ntfs ho optato per un'altra soluzione: avvio il mac col dvd di Knoppix (un Linux per apple scaricabile aggratis) e lui legge e scrive ovunque; così non ho bisogno di cose aliene sul mac

Re: come si formatta un HD esterno sia per mac che per pc?

Interessante, proverollo. Normalmente quando mi capita un disco ntfs lo collego a Parallels via usb e gestisco la cosa con winXP...

Re: come si formatta un HD esterno sia per mac che per pc?

Io con Tuxera NTFS ho risolto qualsiasi problema di compatibilità.

Un disco formattato in ntfs (ovvimente non parlo dell'HD di sistema, ma di quelli esterni che spesso utilizzo sia con mac che con pc) viene letto tranquillamente anche dal Mac su cui ho precedentemente installoto TuxeraNTFS.

L'unica cosa che ho notato è che quando l'HD è formattato in NTFS  è leggermente più lento nel trasferire ( con il MAC) i dati piuttosto che se lo avessi formattato in HFS, mentre su Winzozz va uguale.

Inoltre è consigliabile formattare l'hd in NTFS direttamente su Pc, piuttosto che su MAc con Tuxera poichè a volte può dare problemi.

my 2 cent ;)

Re: come si formatta un HD esterno sia per mac che per pc?

anch'io avevo problemi con paragon ntfs formattando col mac in tale formato, sempre meglio era farlo con pc

Re: come si formatta un HD esterno sia per mac che per pc?

Mi sono imbattuto casualmente in questo thread, qualche tempo fa, e anche se potrebbe essermi sfuggito un post analogo al mio, volevo suggerire questa soluzione, sperimentata sia sul macmini che sul vecchio macbook bianco; ha funzionato subito e senza effetti collaterali, su diversi hd che utilizzavo con windows...

Spero possa essere utile a qualcuno....

Arturo 

 

https://soundcloud.com/arturofornasari