Presonus Studio One 3

Sto testando il nuovo Studio One 3 su Mac, e devo dire che erano anni che non rimanevo stupefatto da tanta flessibilità e velocità in una DAW rispetto a tutti i concorrenti presenti ora sul mercato. L'ho configurato ed utilizzato in un giorno senza averlo mai visto, ho appreso tutte le funzioni, e la possibilità di poter usare i keycommands di Cubase ha accelerato ulteriormente il processo di apprendimento. Sembra di usare Cubase 10 oppure Logic 20, sta già anni luce avanti allo sviluppo di tutti gli altri. Lo avete provato?

Re: Presonus Studio One 3

L'avevo provato quando è uscito, circa un lustro fa, ma pur essendo notevole non mi sembrava più avanti degli altri sequencer. Evidentemente nell'arco di due versioni ha fatto qualche passetto nella giusta direzione.

---
Roberto Giannotta
Trieste, Italy

Re: Presonus Studio One 3

Ciao jurij, in passato ho provato la versione 2 e da un pò la 3. Concordo con te su quanto hai detto, ci sono alcune funzioni che sono veramente innovative vedi la possibilità di combinare più virtual instruments sulla stessa traccia. La funzione quantize gestista in maniera semplice ma potente. Ma...... non è per tutti, infatti devono ancora implementare alcuni aspetti importanti (secondo me).... Ognuno ha le proprie esigenze e la mia è quella di avere una tempo track flessibile, mi sarei aspettato che ci fosse qualcosa di simile al Beat Mapping di Logic X o al time warp di Cubase 8, invece nulla..... probabilmente verrà in futuro, almeno spero, come anche l'ottimizzazione dell'uso dei processori che allo stato attuale porta all'overload molto prima che in altri software (vedi Cubase 8 e l'asioguard 2.0), anche in virtù di un utilizzo di sample buffer molto bassi......

Questi sono i miei punti a favore di Studio One 3 :

 

  • Interfaccia ben organizzata e concepita. Si riesce ad usare bene anche su display con risoluzioni non stratosferiche.
  • Utilizzo massiccio del drag&drop.
  • Possibilità di utilizzare plugin audio  e virtual instruments di tutti i formati : AU,VST,VST3
  • Possibilità di combinare più virtual instruments su una unica traccia e poterli poi gestire singolarmente come una gigantesca combination alla Reason.
  • La possibilità di registrare direttamente dai Bus.

 

Quello che vorrei......

 

Analisi del transiente sul beat per identificarne velocità.

Possibilità di utilizzare l'analisi del transiente per creare una tempo track alla quale agganciare il tutto.

Possibilità di analizzare il tempo midi della registrazione per creare anche da questa la realativa tempo track

Possibilità di strutturare la song per blocchi al fine di poter ri-arrangiarla al volo in più versioni 

Avere un UNDO o HISTORY anche sulle operazioni fatte dal MIXER e di tutto quello che gli sta attorno (Bus,Mandate, ecc..)

Avere la possbilità di Editor inline, senza per forza dover aprire o ridimesionare mille mila finestre, sia per il midi che per l'audio.

Altro.... 

 

Vuoi sapere qul'è il software che per alcune cose si avvicina a queste esigenze ? Proprio quel Cubase che tanto ti ha fatto incazzare in passato..... Oggi con la 8 hanno migliorato molto.....

 

Studio One 3 rimane un ottimo outsider, con un workflow eccellente, intrigante in grado di stimolare la voglia di sperimentare. La cosa assurda è che si parla di un software per fare musica che ascolti con le orecchie e vieni influenzato da quello che i tuoi occhi vedono.

 

 

  •  

Analog Mind in a Digital World

A.L.E.
Absolutely Last Effect
http://soundcloud.com/absolutelylasteffect

Re: Presonus Studio One 3

Ale ... ciao !

A sto punto mi pacerebbe sapere cosa ne pensi di MixBus 3 ....

se ce l'hai e se ti va di fare una recensione puntuale come hai fatto per Presonus Studio One (3) ....

Re: Presonus Studio One 3

Scaricato e provato, e in effetti ci sono delle cose interessanti e valide.

Per quanto riguarda però la sezione midi, la gestione non è sicuramente al pari di Logic, e inoltre, cosa assai grave per me, non ho trovato la finestra della gestione degli eventi midi.

Come interfaccia non è male, ma neanche chissà che !!!

Non trovo che sia molto più avanti di altre DAW, ma è comunque un buon prodotto.

Re: Presonus Studio One 3

Ciao Romeo !!! Il Mixbus 3 ce l'ho e dirò la mia nell'altra discussione a lui dedicata già presente sul forum.

Per dovere di cronaca aggiungo che una sorta di beat mapping è possibile utilizzando il melodyne che fa l'analisi del tempo della parte audio e con un drag&drop si può trasfere l'informazione direttamente alla tempo track..... ma è alquanto rudimentale e poco gestibile.....

 

Tiziano forse quello che cerchi lo trovi nell'editor midi .... quando selezioni una nota nell'inspector sulla sinistra dell'editor ti compaiono alcune informazioni midi modificabili..... poi cliccando sul simbolo del midi nella barra di trasporto sulla sinistra si apre anche il midi input filter che permette di anallizare ivalori midi in ingresso..... se non ricordo male.

Analog Mind in a Digital World

A.L.E.
Absolutely Last Effect
http://soundcloud.com/absolutelylasteffect

Re: Presonus Studio One 3

giustissimo ...

 

attendoti colà ove si puote :-D

 

Re: Presonus Studio One 3

Ciao ragazzi, mi riallaccio a questa discussione. Avendo provato Studio One, nelle ultime settimane, posso subito dire che Studio One 3 è davvero un bel giocattolino!

 

Anzitutto, bisogna fare attezione a quale versione ci si riferisce: tra la 2 e la 3, ad esempio, c’è una differenza immane. Ma anche tra la 3.0 e la 3.1, e tra la 3.1 e la 3.2, le funzioni introdotte e i fix sono parecchi, basta leggere le note di rilascio. Quello che gli sviluppatori di Presonus mettono tra una .1 e una .2, le altre case produttrici lo implementano in un “major upgrade”. Insomma, è una Daw recente, in continuo aggiornamento e che sta migliorando a ritmi velocissimi.

 

Escludiamo subito il discorso “ha copiato da...”: è evidente che molti elementi siano mutuati dagli altri programmi di recording in circolazione, in effetti la sensazione a volte è di trovarsi di fronte a un “collage” di cose già viste… si ma delle cose migliori :) prese un po’ da Logic, un po’ da Cubase e un po’ da ProTools. Riguardo quest’ultimo, c’è da segnalare che dalla versione 3.2 hanno implementato una sorta di “smart tool” (quello che cambia funzione a seconda di dove si punta il mouse) davvero comodo e che gli utenti di PT non mancheranno di apprezzare. Ma non mancano le funzionalità inedite...

 

Ad esempio, una su tutte, Console Shaper: questa consente di simulare le caratteristiche delle consolle analogiche (distorsione, cross-talk e rumore – dosabili a piacimento), ma non è un semplice plugin da insertare su una traccia, è una vera e propria feature attivabile per un gruppo di canali (su un “bus”) oppure per tutti i canali presenti (sul master). Siccome si tratta di una caratteristica che agisce a basso livello sul motore audio, è consigliabile – a detta degli sviluppatori Presonus – utilizzarla da zero su un progetto nuovo, oppure prevedere un “remix” dell’attuale. Essendo molto potente, va usata come sempre coi dovuti crismi.

 

Un'altra funzione inedita: lo Scratch pad, un tool che permette di creare arrangiamenti alternativi sulle tracce esistenti. Questi poi possono essere “reimportati” nell’arraggiamento principale. Un qualcosa di molto comodo e innovativo, che farà contento chi armeggia con arrangiamenti complessi.

 

Oltre a questo, vorrei evidenzare due cose: l’usabilità e l’arsenale di strumenti e plugin.

 

Sotto l’aspetto dell’usabilità, infatti, secondo me hanno fatto davvero un ottimo lavoro. Di base, il programma è pensato per lavorare a singola finestra, ma ogni elemento (editor midi/audio, mixer, etc.) è “staccabile” e “ingrandibile” a tutto schermo, e il tutto poi è disposto razionalmente (“dove te lo aspetteresti”). Si possono nascondere/visualizzare tutti gli elementi che si desiderano, per ridurre al minimo le distrazioni. L’interfaccia in generale è molto amichevole (stile Logic X) ed esteticamente gradevole, tale da non spaventare chi viene da altre Daw o chi comincia il suo percorso nell’audio digitale. Potrei anche citare il browser interno, il drag-n-drop dei plugin, la traccia arranger… tutti elementi studiati per migliorare – e non ostacolare – il workflow e la creatività. Tra l’altro, per i non-angolofili, è disponibile la lingua italiana :)

 

L’arsenale di virtual instrument e plugin è sicuramente degno di nota. I plugin sono quelli essenziali ma sembrano ben fatti. Gli strumenti (in particolare Mai Tai, un sint “analog style”) suonano bene e hanno una grafica semplice e accattivante, coerente con il resto dell’interfaccia. E, così sembra, consumano relativamente poca CPU. C’è pure un Rompler (Presence XT) che torna sempre utile.

 

Completano la lista: l’interfaccia con supporto al multitouch, il motore audio a 64 bit, multi-thread, compensazione della latenza… insomma le feature che ti aspetti per una Daw seria nel 2016. Ah, è anche multipiattaforma! :)

 

Per chi fosse incuriosito, ci dia un’occhiata: la versione demo è utilizzabile illimitatamente per un mese (salvataggi, caricamenti e mixdown inclusi!). Chi, invece, l’avesse già provato, invito a controllare le novità introdotte nelle ultime release, che sono davvero parecchie. Ci sono una tonnellata di video-tutorial, sia ufficiali che non, che coprono ogni aspetto possibile, molto interessanti e utili sia per farsi un’idea, sia per imparare senza aprire il manuale.

 

Insomma, Studio One 3 è una Daw che se la gioca ad armi pari con le altre già presenti da anni sul mercato. Io sono rimasto sinceramente colpito da questa Daw, pur avendole usate più o meno tutte (tranne la già citata Mixbus) e non sono uno che si stupisce facilmente! Credo che a breve aquisterò la licenza… A proposito, per chi volesse c’è la possibilità di fare il cross-grade (da un’altra DAW a StudioOne) usufruendo di un bello sconto sul prezzo di listino.

 

Lascio il link alla pagina dell’importatore italiano relativa a StudioOne, ben fatta e ricca di info.

 

PS. un dettaglio che ho omesso: tutto quanto ho scritto si riferisce alla versione Professional, quella più completa e adatta ad un “pubblico adulto” (musicalmente parlando :P). C’è poi anche la versione “ridotta”, con meno fuzioni ma evidentemente più economica, la Artist. Comunque trovate tutte le tabelle comparative del caso, sia sul sito Presonus che in quello Midimusic.

Re: Presonus Studio One 3

Ciao frapox, sono contento che ti abbia colpito. Quello che mi frena nell'adozione è che almeno su Mac il motore audio non riesce a sfruttare tutti i core disponibili, o meglio li vede ma sembra farci a cazzotti (sembra che i core logici li mal gestisca). Lo stesso problema che si aveva con cubase fino alla 8. L'altra è la mancanza di una tempo track evoluta alla logic o ancora meglio di cubase 8.5 e il melodyne aiuta ma non è la stesa cosa. So che jurij lo sta usando e si tova molto bene, ma fin quando apri una marea di kontakt dove se la library è fatta bene hai solo bisogno di tanta ram, quando cominci ad usare qualche virtual non basato su campioni che spreme la cpu, allora si vede il limite prima di altri, e qui Reaper insegna..... 

Comunque li sto aspettando al varco...... ho diverse licenze dalle quali posso ottenere il crossgrade.....

 

Analog Mind in a Digital World

A.L.E.
Absolutely Last Effect
http://soundcloud.com/absolutelylasteffect

Re: Presonus Studio One 3

La tempo track c'è, poi non so cosa intendi con "evoluta alla logic o ancora meglio di cubase 8.5".

 

Riguardo il mancato sfruttamento dei core, sicuro che sia ancora così? Che versione stai usando? L'ultima è la 3.2.2. 

 

Anche sul pitch correction non l'ho provato e non posso dire di più.

 

Comunque tienilo d'occhio perché, come dicevo, in ogni singolo update di solito ci sono nuove feature ma anche molti fix ed è facile che se non l'hanno già sistemato, quel bug dei core verrà sistemato a breve. Su Windows 10 va che è una favola e anche con parecchi VST aperti non noto rallentamenti (ho un core i7 con 8 GB di Ram).

Re: Presonus Studio One 3

Aggiungo che una delle cose che mi piace di più di questo Studio One 3 è la possibilità di ridimensionare qualsiasi elemento grafico, adattando l'interfaccia alle proprie esigenze.

 

Nel breve video che segue si vede quanto detto, oltre all'utilizzo del mulitouch del sistema di Slate, Raven. Non so quanti farebbero un utilizzo simile della DAW, forse il mouse è ancora insostituibile per l'utilizzo prolungato, però è certamente interessante...

 

https://youtu.be/Lgl7cm5YdE8

Re: Presonus Studio One 3

Ragazzi, a quanto pare quelli di Presonus si sentono particolarmente generosi: infatti, per tutto giugno 2016 hanno messo una promozione su tutte le versioni di Studio One che consente di portarselo a casa col 25% di sconto.

 

Per gli interessati, qui tutte le info: http://blog.presonus.com/index.php/2016/...

Re: Presonus Studio One 3

Interessante. .-)

 

Aggiungo per completezza che lo sconto è offerto solo ai titolari di una licenza di un altro programma analogo,

per cui presumo che non basterà dire "ho usato un po' questo e un po' quello".

 

 

 

 

Ciao !
Maurizio

Re: Presonus Studio One 3

Giusta precisazione, in effetti sul sito parlano solo di crossgrade, mentre nella mail di Presonus c'è scritto:

 

Per tutto il mese di giugno puoi risparmiare il 25% sull’acquisto di Studio One 3 Artist o Studio One 3 Professional, incluse versioni upgrade, crossgrade ed educational.

 

A sto punto l'unica è mandare una mail Midimusic...

Re: Presonus Studio One 3

Copio incollo dalla newsletter di Midimusic.it:

 

Solo a Giugno Studio One Pro V3 è in offerta con il 25% di sconto!
Potrai averlo infatti a soli €269,00 (invece che a €359,00).

 

L'offerta, quindi, è valida per tutti – non solo per chi vuole fare il crossgrade! ;)