TrakProDj - la rivoluzione?

Ciao a tutti, 

avete mai sentito parlare di questa app per IPad?

http://www.iximix.com/index.php?option=c...

 

In pratica ti permette di controllare Traktor su Mac (o pc credo) direttamente con l'IPad, bypassando l'uso di una consolle/controller esterna che van tanto in voga in questi anni... cosa ne pensate?

Io l'ho provata e per funzionare, a parte il mapping da sistemare, funziona divinamente.

 

Può essere il futuro dei controller per dj? O la connessione wifi-midi secondo voi non è abbastanza sicura per una sessione live?

 

A voi l'ardua sentenza :-)

Re: TrakProDj - la rivoluzione?

In realtà si usa da anni, e sembra abbia anche qualche bug.

 

Per iPad comunque esistono anche app per il DJ mixing autosufficienti (TrakProDJ è un controller che ha bisogno di un computer esterno per funzionare), quasi al livello di Traktor, come Djay, Traktor DJ, e parecchie altre.

 

 

---
Roberto Giannotta
Trieste, Italy

Re: TrakProDj - la rivoluzione?

"Da anni"... ha 1 anno e mezzo questa app :-)

 

Le app che segnali tu non sono la stessa cosa, perchè sono software a tutti gli effetti e non specifici controller virtuali.

Nel senso che posso usare Djay o TraktorDj standalone, eventualmente DJay ti da anche un controllo remoto, con la sua applicazione.

Di solito infatti si usa un controller esterno (ad es consolle Numark...) e si usa l'Ipad col software, qui invece è il contrario, ovvio funziona basandosi sul Mac/pc ma con notevoli valori aggiunti.

Questa app specifica non l'avevo vista segnalata in questo sito,  l'ho provata e funziona bene.

Cosa ne pensate più che altro della connessione Midi-Wifi?

Re: TrakProDj - la rivoluzione?

Questa app ha tre anni abbondanti ;-)

 

La conoscevo già comunque — sono piuttosto informato su cosa esce per iOS, tanto che posso addirittura affermare di conoscere tutte le app audio-musicali della piattaforma.

 

Per quanto riguarda il WiFi MIDI, è veloce e consente latenze piuttosto basse. Ne avevo accennato qui:

http://www.musimac.it/discussioni/musica...

Non so però se questa app lo sfrutta in modo efficiente, non avendola mai provata.

 

P.S. Tu che l'hai provata, hai rilevato latenze apprezzabili?

---
Roberto Giannotta
Trieste, Italy

Re: TrakProDj - la rivoluzione?

Ciao, come latenze davvero non è male, tempi di risposta ottimi per quello.

 

Il mio dubbio principale è la imprevedibile caduta/scollegamento della connessione, che in questi casi potrebbe accadere senza preavviso.

Mi chiedevo infatti se qualcun altro avesse provato ad usare l'ipad come controller per qualche altra applicazione per più di 1 ora senza problemi, se fosse possibile allora si, un dj potrebbe tranquillamente portarsi a lavoro solo una borsa (Mac+ipad), il che sarebbe un grande passo avanti.

 

Anche perchè, non è che i controller diffusi siano tutta sta grande cosa, alla fine son delle piastre di plastica che simulano alcune levette e alcune valvole... ormai non si può più parlare di "analogico vs digitale", se questa tecnologia prendesse piede sarebbe il futuro del mondo del djing, per questo parlavo di "rivoluzione".

Re: TrakProDj - la rivoluzione?

Buone notizie: io ho usato l'iPad come controller anche per giornate intere (con Logic Remote, Lemur, TouchOSC, DAW Control, MIDI Designer Pro, Arp Pro, e altre app) senza perdere mai la connessione.

---
Roberto Giannotta
Trieste, Italy

Re: TrakProDj - la rivoluzione?

Io pure....

Re: TrakProDj - la rivoluzione?

Dopo averla usata per un po devo dire che mi è piaciuta, come inizio.

Quello che non mi è piaciuto alla fine son stati i settaggi (non c'era un mapping completo) e l'interazione grafica.

I primi credo che però sia questione di versioni/compatibilità, quindi sono ottimista.

La parte interattiva, spero si possa far qualcosa, magari qualche altra app concorrente ci sta già pensando.

Per carità, la consolle "fisica" è ancora un'altra cosa, ma se migliorassero (soprattutto per controlli, sarebbe bello qualche effetto grafico che facilitasse qualche microsettaggio, uno zoom in tempo reale per i filtri ad esempio) si potrebbe seriamente parlare di innovazione.