Quando capite che la vostra traccia è finita?

Domanda forse banale ma... non per me.

Inconcludente quale sono, spesso confuso sulle cose futili a discapito di altre magari... di tutt altro spessore, 

mi trovo spesso dinanzi alla difficoltà di valutare quando la mia traccia sulla quale sto lavorando da Un Mese / Due Settimane / Ecc... Ecc.. sia davvero finita o no, e questo magari non mi permette di chiudere e di lavorare in modo definitivo su volumi / mix ecc ecc... perdendomi di nuovo nella scrittura di parti / dettagli / dettaglini che magari, riascoltandoli, dopo 2 ore cancelli nuovamente e ti chiedi come mai sei arrivato a registrare quelle cose che ci stanno come il Cu*o nell'insieme.... (sfogo)

Ne parliamo?

Re: Quando capite che la vostra traccia è finita?

eehhh....mi sa che non succede solo a te.Io dopo diverse "paranoie da brano" sono giunto alla conclusione di non mettere più mano alle cose che "ritenevo finite",perchè altrimenti ogni volta inizi a trafficare,magari aggiungi un plugin nuovo che prima non avevi,cambi o modifichi una parte etc..etc....insomma parliamoci chiaro un brano non finisce MAI!

Questo è il fatto,quindi ci sono due strade,la roba che appunto classifichi "finita" non la tocchi più,al limite lasci la versione Master e salvi alternative per le modifiche da sega mentale futura....non credo ci sia una alternativa   :-)

Re: Quando capite che la vostra traccia è finita?

ho visto cose che voi astemi...

ah no! non era questo

Ho visto gente perdere mesi su un mix, poi il risultato finale? avessero speso quel tempo per la creatività oppure per imparare a suonare sarebbe stato meglio. Non mi riferisco a te naturalmente, è solo una mia opinione dell'uso che si fa del tempo.

per usare un altro esempio radiofonico:

Meglio parlare bene con un'ospite e mettersi d'accordo prima di un'intervista che essere costretti a passare ore a fare collage di materiale raffazzonato

Re: Quando capite che la vostra traccia è finita?

Di solito un brano è finito quando risponde ad alcune specifiche, non necessariamente a tutte:

 

A) va consegnato;

B) è pagato talmente poco che già accendere i monitor mi costa di più;

C) per quanto lo giri e lo rigiri quello è, e quello resta...

 

La variante C si applica ai brani altrui. Nel caso fosse un brano mio va direttamente in discarica prima ancora di cominciare il mix.

 

Negli ultimi lavori la risposta A è predominante, con vari segnali indicatori: c'è il concerto, il video va mandato in onda, il film deve partire per un festival, l'editore ti sta rigando la macchina con un chiodo...

 

 

UgOT

http://trafficarte.wordpress.com/

Re: Quando capite che la vostra traccia è finita?

Beh Ugo questo sicuramente in ottica commerciale,ma sono tutti "professionisti" della musica? Non credo,e allora valgono altre regole.

Karoldo ho visto composizioni mirabili,ed esecuzioni tecniche fantastiche,andare in fiamme al largo dei Bastioni di Orione per un mix di merda.....pensa a quanti anni luce e risorse sprecati!  :-)

Re: Quando capite che la vostra traccia è finita?

In ottica artistica è finito quando sono finito io (esaurito) ;-) in ottica commerciale.... Quando è finito il tempo.....

Analog Mind in a Digital World

A.L.E.
Absolutely Last Effect
http://soundcloud.com/absolutelylasteffect

Re: Quando capite che la vostra traccia è finita?

sto seriamente pensando di procedere in questo modo ... :D anche se mentalmente non è che ti dia grandi certezze eheh. 

Samuele

Re: Quando capite che la vostra traccia è finita?

Chiaro il concetto - 

Però quello che voglio capire io è se eiste davvero quello status mentale che ti dice: 

"ohhhhh Samuele .... ci siamo, chiudi tutto che va tutto bene" :D 

 

difficile 

Samuele

Re: Quando capite che la vostra traccia è finita?

Ugot, purtroppo potrei avvicinarmi leggerissimamente solamente alla tua ipotesi A - dove "va consegnato" è da intendersi ad Amici - conoscenti quindi... :D

Samuele

Re: Quando capite che la vostra traccia è finita?

alessandro d.andrea 

credo sia la linea da seguire anche se la cosa mi preoccupa alquanto :D

Samuele

Re: Quando capite che la vostra traccia è finita?

Ugot, purtroppo potrei avvicinarmi leggerissimamente solamente alla tua ipotesi A - dove "va consegnato" è da intendersi ad Amici - conoscenti quindi... :D

 

Non è necessariamente un problema, anche io mi sono imposto delle scadenze per dei lavori che non avevano un cliente che non fossi io stesso. 

L'importante è trovare il modo di non farsi risucchiare dentro un incubo fatto di: -0.2dB sul basso, +0.1dB a 345Hz sulla quindicesima chitarra distorta, ma solo da battuta 34 a battuta 35, e deliri del genere.

 

Avendo una miriade di impegni "non" remunerati (come molti) allora spesso devo darmi delle scadenze in base proprio a questi impegni, quando lavoro su cose non "commerciali" o comunque non su commissione.

Oppure capita che un lavoro ha richiesto l'intervento di un musicista o di un attore che vuole farlo sentire/vedere a qualcuno in un'occasione importante (per lui...).

Ecco: quella è una scadenza valida per evitare di cincischiare con il mix o con la Color Correction (faccio video oltre che audio, ma sempre alla cialtrona..).

 

 

UgOT

http://trafficarte.wordpress.com/

Re: Quando capite che la vostra traccia è finita?

Consiglio preziosissimo Ugot - 

essendo, per nascita, un'inconcludente - certe cose vanno ammesse - mi perdo facilmente nelle sciocchezze ( che poi lo sono davvero? ) e magari roba / tanta roba sulla quale sono stato tante ore rimane lì... spesso quasi per paura di chiudere il progetto--- perchè? il cervello ragazzi...

Samuele

Re: Quando capite che la vostra traccia è finita?

minimo sforzo, massimo risultato

i tempi per realizzarlo

ricordando che il Meglio è nemico del Bene

;+)#

Re: Quando capite che la vostra traccia è finita?

Quando capite che la vostra traccia è finita?

 

prima di iniziare, nella mia testa...

poi dipende dal genere, che so: per la musica house o da discoteca o da DJ finiscono quando uno ha voglia, non è che abbiano forme fisse o standard come la musica "nera" tipo AABA o ABAB o la musica leggera con forme tipo strofa, strofa, inciso, strofa, inciso e finale... 

dire, fare... suonare

Re: Quando capite che la vostra traccia è finita?

Per le produzioni "commerciali" si é giá detto molto. Per quelle "personali, "creative" o come vogliamo chiamarle posso fare alcune osservazioni:
Si suppone che quando si crea qualcosa si segua una coerenza. Questa coerenza dev'essere compiuta da quei parametri che ne riassumono il senso di quello che vogliamo creare, se abbiamo le competenze dovremmo avere chiaro quali sono questi parametri.
Quando l'enunciato é detto, quando la coerenza del tutto é compiuta si ha finito di dire.
A questo punto si puó smettere. Ci troviamo nella situazione i cui non c'é nulla da aggiungere, almeno dal punto di vista creativo.
Dal punto di vista tecnico bisognerebbe riconoscere i propri limiti e quelli degli oggetti che usiamo.
Dato che in genere il rapporto sforzo/risultato non é lineare tra le varie tappe della produzione, concentriamoci sui punti dove la triturazione di neuroni é piú produttiva in relazione al risultato.
Per concludere: io vado avanti fino a quando non mi stufo concentrandomi sugli elementi che meritano sforzo, per il resto penso sempre: "se non l'avessi fatto io e non sapessi nulla di come l'ho pensato e realizzato, davvero avrei notato o considerato un difetto quel mezzo decibel in più nei 6500Hz?  Se la risposta é no: bounce, salvo, stacco e la cosa finisce li.
(Poi però  l'indomani puntualmente riascolto e ricomincia il loop  :-D )
D.

 

Re: Quando capite che la vostra traccia è finita?

Per le produzioni "commerciali" si é giá detto molto. Per quelle "personali, "creative" o come vogliamo chiamarle posso fare alcune osservazioni:
Si suppone che quando si crea qualcosa si segua una coerenza. Questa coerenza dev'essere compiuta da quei parametri che riassumono il senso di quello che vogliamo creare, se abbiamo le competenze dovremmo avere chiaro quali sono questi parametri.
Quando l'enunciato é detto, quando la coerenza del tutto é compiuta si ha finito di dire.
A questo punto si puó smettere. Ci troviamo nella situazione i cui non c'é nulla da aggiungere, almeno dal punto di vista creativo.
Dal punto di vista tecnico bisognerebbe riconoscere i propri limiti e quelli degli oggetti che usiamo.
Dato che in genere il rapporto sforzo/risultato non é lineare tra le varie tappe della produzione, concentriamoci sui punti dove la triturazione di neuroni é piú produttiva in relazione al risultato.
Per concludere: io vado avanti fino a quando non mi stufo concentrandomi sugli elementi che meritano sforzo, per il resto penso sempre: "se non l'avessi fatto io e non sapessi nulla di come l'ho pensato e realizzato, davvero avrei notato o considerato un difetto quel mezzo decibel in più nei 6500Hz?  Se la risposta é no: bounce, salvo, stacco e la cosa finisce li.
(Poi però  l'indomani puntualmente riascolto e ricomincia il loop  :-D )
D.

 

Re: Quando capite che la vostra traccia è finita?

Concordo su tutto cio che ha detto Danio..... in piu' cerco di coninvolgere chi mi sta vicino e che non e' minimamente tecnico ma solo un buon ascoltatore.....a volte la moglie, a volte gli amici..... e se sono sinceri ancora meglio. Se passa il test allora stacco la spina altrimenti si va avanti all'infinito..... Poi non si dovrebbe mai riprendere qualcosa di recentemente vecchio ..... la tecnologia va avanti e c'e' sempre il rischio di dire che avrei potuto farlo meglio.... ogni mix o master stanno a loro come la tecnologia che si ha in quel momento permette.... poi forse fra 10 anni le cose saranno diverse da oggi e anche l'ascolto e soprattutto la testa.

 

Grazie.

Analog Mind in a Digital World

A.L.E.
Absolutely Last Effect
http://soundcloud.com/absolutelylasteffect

Re: Quando capite che la vostra traccia è finita?

Già, fare ascoltare a qualche buona orecchia può essere di grande aiuto. Il mio problema è che sono pippa per quello che riguarda mix e mastering ( virgolettato tutto all'ennesima potenza ) e quindi ogni volta che riascolto, anche se compositivamente parlando mi sembrano ok, non riesco mai a chiudere la song e magari, che ne so, caricarla su di un soundcloud ecc ecc... uff.

Samuele

Re: Quando capite che la vostra traccia è finita?

Quando l'enunciato é detto, quando la coerenza del tutto é compiuta si ha finito di dire

 

Grazie ragazzi - mi faccio un sacco di problems purtroppo :) anche nella musica, che tutto dovrebbe creare tranne problems :) Vi capita mai di essere più produttivi in una mezz'ora di stacco tra la mattina lavorata ed il pomeriggio da lavorare che magari la sera, che saresti bello beato a casa con le ore disponibili? 

Samuele

Re: Quando capite che la vostra traccia è finita?

Quando non si sente più niente.

Re: Quando capite che la vostra traccia è finita?

Nel senso che le orecchie ne hanno abbastanza? :D

Samuele

Re: Quando capite che la vostra traccia è finita?

Una traccia per me è finita quando si decide che è finita, o quando va a compimento, cioè viene utilizzata in qualche modo.

 

 

E' ovvio che se uno ha un brano pronto o quasi ma non vi è al momento nessuna possibilità di utilizzarlo in una produzione può anche rimanere in un cassetto ed essere ripreso/elaborato/rivisto in qualsiasi momento.

 

 

A volte ho buttato giù delle idee solo perchè mi piacevano ma non dovevano essere utilizzate da nessuna parte, quindi le ho realizzate come le sentivo al momento e poi le ho dimenticate.

 

Mesi dopo magari è capitato che dovessi preparare delle musiche per un scopo più preciso e sono andato a riascoltare le idee "generiche"; talvolta ho potuto utilizzare qualcuna di queste idee, in qualche caso lasciandola così come era nata, oppure stravolgendola completamente.

 

 

Ciao !
Maurizio

Re: Quando capite che la vostra traccia è finita?

Una volta  ho sentito  una  frase emblematica : IL MIX NON  SI  FINISCE,  SÌ ABBANDONA.

È  la dura  e cruda  verità, anch'io  sto spesso  in  queste condizioni, però  una  cosa  che aiuta  c'è.........

SONO  LE TRACCIE  DI RIFERIMENTO,  quando  ti vuoi  avvicinare  ad un  tipo di  produzione, devi  usarle è  necessario e ti velocizza  di molto. Cmq autopicamente vorrei  riuscire a  fare un  mix al mese, con  una decina di ore  a settimana 

gian

Re: Quando capite che la vostra traccia è finita?

Personalmente non faccio testo perché musicalmente sono un dilettante e, a parte due brani che ho composto per sonorizzare altrettanti video (commerciali) che ho montato, non ho mai avuto scadenze che limitassero nel tempo le mie elucubrazioni musicali. È uno dei motivi per cui la stragrande maggioranza di esse sono tuttora incompiute O:-)

 

Ricordo però con chiarezza una riflessione di uno dei miei musicisti preferiti, che sicuramente fa testo: ai tempi in cui pubblicava musica strutturata e in definitiva commerciale (ora è molto preso dall'improvvisazione), David Sylvian confessava che per lui era impossibile finire davvero un brano, ritornando ossessivamente a modificarlo, ed era il produttore (di solito Steve Nye) a costringerlo ad abbandonarlo, a dire "basta così".

---
Roberto Giannotta
Trieste, Italy

Re: Quando capite che la vostra traccia è finita?

Per me un brano è "finito" quando le idee che lo hanno ispirato si sono trasformate in una traccia stereo master. 
Ma anche quando la mia adorata Vicina mi urla "Romeo hai rotto i coglioni" !
:-))

Re: Quando capite che la vostra traccia è finita?

La seconda che hai detto! :-)