Scheda audio e risultato sonoro finale

Come ho già annunciato, da da qualche giorno sto lavorando con una nuova scheda audio, visto che la vecchia mi ha purtroppo abbandonato !!!

Ora, sto usando una Focusrite Saffire Pro 26, mentre prima avevo una TC Electronic Twin Impact.

Ho letto nel tempo molte recensioni, e nella maggior parte dei casi, la TC Electronic è sempre stata considerata migliore rispetto alla Forusrite a livello Pre e Convertitori, ma purtroppo la TC è uscita di scena, e non ha più in produzione le schede audio, e quindi a mali estremi estremi rimedi.

Devo dire che in alcuni aspetti ho trovato la Focusrite migliore, ma c'è una cosa che non riesco a connettere al meglio.

D'appertutto, e anche in questo forum, si è sempre detto, che se si lavora ITB, e quindi se si ha già tutto a livello suoni e altro nel computer, la scheda non da nessun risultato ne migliore ne peggiore a livello uscita e quindi a livello ascolto, ma in questi giorni, sto appunto notando, o almeno mi sembra di notare, che con la scheda TC avevo un suono globale migliore, e lo sto notando sopratutto negli Strings, dove appunto mi sembra che il suono degli stessi non sia più bello e pulito come prima.

Ma veramente, una scheda audio a livello output non da nessuna differenza qualitativa se si lavora ITB , oppure la differenza veramente c'è, e non è rilevabile solo se si parla di Pre o di convertitori ???

Re: Scheda audio e risultato sonoro finale

nessuna differenza, potresti al massimo acquistare una dac solo per un ascolto migliore, ma itb non cambierà nulla

Io con la scheda (che in realtà è un pre+convertitore+slot firewire) ci registro e in quel caso la qualità cambia sostanzialmente; poi mixo itb e tutto l'ambaradan non mi serve più

Re: Scheda audio e risultato sonoro finale

Tiziano,
Penso che si tratti di farci l'orecchio. E al limite qualche lieve intervento con un EQ.
Comunque la Saffire è una scheda che valorizza le medie. Io mi trovo bene infatti per la chitarra che ne beneficia visto che aggiunge corpo ai suoni.
Ma ripeto .. si tratta essenzialmente di farci l'orecchio.

Re: Scheda audio e risultato sonoro finale

La differenza c'è nell'ascolto e questo può condizionare il tuo mix.
La Tc ha un suono molto trasparente, come la RME mentre focusrite e motu sono di scuola americana quindi con una sfumatura più calda.

Re: Scheda audio e risultato sonoro finale

si, è possibile, in quanto i suoni in digitale all'interno del mac vengono inviati alla scheda audio che li converte in analogico (tramite i convertitori DA appunto...) e invia il segnale ai monitor o cuffie.

Detto questo, se il buon rtbrunello, abituato per molte ore al giorno e da qualche anno ad una determinata pasta sonora è plausibile che si accorga della differenza rispetto alla vecchia scheda audio, penso anche che sia un bene che se ne accorga, perchè con il tempo ha affinato l'ascolto sulla sua attrezzatura da studio. imho

 

dire, fare... suonare

Re: Scheda audio e risultato sonoro finale

Tiziano, l'ascolto fa la differenza. Lavorare dentro non vuol dire non essere influenzati da quello che si ascolta dai convertitori della scheda, anzi, sono prorpio loro a determinare le tue scelte a livello di suono. Se un convertitore ti fa sentire un suono leggermente medioso tu andrai ad equalizzare per ristabilire quell'idea di suono che senti nelle tue orecchie. Ma se il convertitore introduce delle colorazioni spinte il risultato del mix fatto dentro è ascoltabile solo in un contesto simile. I convertitori in uscita come gli ascolti e l'acustica sono fondamentali per permettere un missaggio nelle condizioni più neutrali possibili.

Nel tuo caso specifico i convertitori TC hanno sempre avuto una pasta ben definita nei medio alti ed "un'aria" nelle altissime che il convertitore Focusrite fatica ad avere. Dovrai fare un pò di rodaggio per prendere confidenza sul nuovo suono ma vedrai che fra un pò ritroverai il tuo equilibrio. E' chiaro che se il suono è estremamente distante da quello al quale eri abituato prima diventa difficile il processo di assimilazione.

 

Analog Mind in a Digital World

A.L.E.
Absolutely Last Effect
http://soundcloud.com/absolutelylasteffect

Re: Scheda audio e risultato sonoro finale

Oilà ... quante belle risposte ... sembra ritornato Musimac di tempo indietro :-)

 

Ringrazio tutti e ho apprezzato molto tutti gli interventi, però, negli ultimi messaggi, sembra appunto che il problema si pone, e avrei preferito se così non fosse stato.

 

Una cosa devo dire a Massimod ...

è vero che lavoro ITB, ma i suoni campionati non penso vengano gestiti dal Mac, ma sempre dalla scheda audio, sulla quale Logic si appoggia, ma non vorrei dire eresie, e quindi vorrei capirci meglio su questo fatto.

 

Spero comunque come ha detto Romeo, che il tutto riesco a gestirlo con qualche intervento EQ, ma ho i miei dubbi, e spero come ha detto Alessandro di riuscire dopo il rodaggio ad ottenere di nuovo risultati che mi soddisfino in pieno.

Re: Scheda audio e risultato sonoro finale

Fidati del tuo orecchio. Gli strumenti per ottenere quello che vuoi li hai.
Del resto se vai a vedere non è che cambia dal giorno alla notte nemmeno con le schede che costano il triplo ...

Re: Scheda audio e risultato sonoro finale

Sotto questo aspetto hai perfettamente ragione Romeo, e oltretutto ho avuto la fortuna di avere anche schede iper blasonate, ma a livello ascolto, quella che poi alla fine mi ha dato più soddisfazioni è stata appunto la Impact Twin.

Re: Scheda audio e risultato sonoro finale

è vero che lavoro ITB, ma i suoni campionati non penso vengano gestiti dal Mac, ma sempre dalla scheda audio

 

La scheda audio non può sapere (e nemmeno sarebbe in grado di accertarlo se volesse) se tu stai usando un virtual instrument, un synth, o se stai facendo play di un file audio, o se è semplicemente un video su youtube.

 

E' il software che si occupa di operare sui segnali audio di ogni tipo e consegnarli in forma digitale alla scheda audio; quest'ultima prende queste informazioni e le traduce in segnale analogico attraverso la sua circuiteria interna.

Ma è ignara di ciò che avviene a monte.

 

 

 

Ciao !
Maurizio

Re: Scheda audio e risultato sonoro finale

Si Mauri, hai ragione, e mi sono espresso male io.

Certo ... il mac invia questi segnali digitali, ma è appunto poi la scheda che trasforma i segnali digitali in analogici, e quindi, la chierezza del suono dipende appunto dai convertori che ha in dote la scheda, e dunque appunto ci sono sicuramente differenze tra vari tipi di schede, a parte tra quelle che usano magari lo stesso tipo di convertitori.

Dico bene ???

Re: Scheda audio e risultato sonoro finale

Non riesco a capire come si faccia a parlare di "pasta" o di "colorazione" riferita a un convertitore, dato che questo NON suona, perché è progettato per non farlo. Cioè, il convertitore converte. Se un DAC a 24 bit nel 2016 aggiunge o toglie qualcosa vuol dire che non sta funzionando a dovere, è guasto o mal funzionante.

 

Semmai sono altri gli elementi nella catena audio che aggiungono colorazione o pasta (o metteteci il termine che volete) al suono, ma un DAC a 24 bit nel 2016... proprio no!

Re: Scheda audio e risultato sonoro finale

Occhio Frapox, che la mia non vuole essere una polemica, ma vorrei appunto capire al meglio in fatto ...

quindi se un convertitore fa solo ed esclusivamente la conversione, come mai si dice che certe schede costose lo sono appunto perchè hanno dei Pre e dei convertitori migliori ???

Visto che si parla di convertitori migliori, questi appunto considerati migliori, che vantaggi danno ???

Non è possibile che un convertitore diciamo peggiore, giusto per parlare terra terra, dia anche un risultato sonoro leggermente diverso ???

Attenzione ripeto, che le mie sono domande da ignorante in materia, e non sono polemiche.

Attendo notizie :-)

Re: Scheda audio e risultato sonoro finale

se posso dirti la mia da non esperto ..

 

ne abbiamo parlato almeno 6 anni fa .. ero venuto qui su questo Forum per capire un pò ste cose

 

al tempo ero convinto che più i convertitori erano buoni e più la scheda avrebbe suonato bene ..

 

partivo da un preupposto sbagliato .. credevo cioè che più i converitori fossero buoni (e costosa la scheda) e più avrei ottenuto le sonorità che speravo di ottenere da una scheda audio ..

 

poi i più esperti mi dissero che i convertitori non fanno la differenza. Semmai le schede che ne sono dotate possono spingersi su frequenze molto ampie sia in basso che in alto ma poi sta cosa la senti solo se hai dei monitor di fascia altissima e una stanza trattata come dio comanda .. 

 

Dunque la differenza "coloristica" la da la parte analogica della scheda e qui ci sono due "scuole" ovvero quella "ammericana" più virata sulle medie (le schede progettate in America e adottate per lo più in certi Studi americani) e una "Europea" per lo più neutra  (RME, Focusrite, Behringer, TC Electronic, ecc.)  o quelle Giapponesi ..

 

fatto sta che m'è passata la voglia di spendere 2.000 € per una scheda .. tanto io registro male e misso pure peggio .. per cui a me una scheda da 500 € me basta e m'avanza. 

 

ma questo è un altro discorso ..... 

Re: Scheda audio e risultato sonoro finale

Ma intanto il convertitore è uno degli elementi della scheda audio, assieme ad altri. E la scheda audio è uno degli elementi di una catena audio. Quindi...

 

Poi, si dicono tante cose... Ma di progressi, negli ultimi, 10 anni, nel campo convertitori, non ne sono stati fatti. Basta guardare le specifiche... Più o meno sono quelle dappertutto. Ovunque troviamo DAC da 96/192 Khz e 24 bit con un range operativo di 100 dB o più... e risposta in frequenza piatta.

 

Poi, che si dica che una scheda audio suoni meglio o peggio di un'altra ci può stare, ma che questo sia da imputare al DAC... ho grossi dubbi. Si vedano tutti gli altri elementi della catena audio prima, poi ne riparliamo.

 

Poi, a onor di cronaca, tutti i suoni generati internamente (da synth, campionatori, etc.) sono trattati internamente dalla DAW che si interfaccia direttamente ai driver (Core Audio su Mac, ASIO su Win) i quali comunicano col DAC... la scheda audio non incide minimamente sulla generazione dei suoni interni!

 

Penso che l'importante sia, com'è stato già detto, prendere una scheda che si reputa buona (a sufficienza) e imparare a lavorare-convivere con quella. E magari, se si fanno i soldi, investirli su quello che realmente conta per il risultato finale (acustica, speaker, etc.).

Re: Scheda audio e risultato sonoro finale

e comunque diamo per assodato il fatto che il bounce finale NON VIENE INFLUENZATO dalla scheda audio.

 

Anni fa, quando mi ponevo continuamente questi problemi, avevo fatto la prova.

Se serve a convincerti, falla anche tu:

Fai il bounce del tuo progetto finito.

Scolleghi la scheda e imposti Logic per lavorare con la scheda interna.

Fai il bounce del progetto.

 

Ora prendi i due file dei risultati delle due esportazioni, li butti in un nuovo progetto, su due tracce, e inverti la fase di uno dei due (puoi farlo mettendo il plugin "gain" che ha l'inversine di fase).

Mandando in play, ottieni il silenzio assoluto, prova matematica che i due files sono identici.

(attento però che ci sono cose che possono cambiare, tipo le modulazioni dei chorus e altre cose...insomma può essere che ci siano differenze dovute al comportamento di alcuni effetti...)

Re: Scheda audio e risultato sonoro finale

Aggiungo (e poi chiudo): ragazzi, non sottovalutatemi il potere del marketing, per favore. In questo settore, come in altri, il marketing c'è per far credere alla gente (leggi: ingannare) che l'ultimo modello "strafigo" sia X volte meglio del precedente, magari uscito poco tempo prima. E funziona terribilmente bene, purtroppo.

Re: Scheda audio e risultato sonoro finale

Io da tempo non seguo il marketing, ma al contrario cerco sempre di valutare per bene quello che serve per le mie necessità, e comunque, alla fine, vedrò di sistemare quelle leggere differenze che sento lavorando tramite EQ

 

Sul discorso della catena non ci piove, ma in ogni caso, qui si parla appunto a PARITA' di condizioni di una leggera ma diversa sonorità tra le 2 schede usate.

Oltretutto, la Saffire lavora fino a 96 Khz mentre la Impact Twin lavorava fino a 192 Khz

quindi, magari, quella leggera differenza che sento è dovuta a questo fatto, ma non vorrei dire eresie, anche se sono convinto che nessuno possa mettere la mano sul fuoco con sicurezza assoluta.

 

Re: Scheda audio e risultato sonoro finale

per me il fatto che arrivava a 192MHz vuol dire che aveva i convertitori migliori e che perciò sulle medio alte ti dava più aria (sui violini, sui piatti, ecc.)

 

La Saffire arriva a 96Mhz e quindi è meno reattiva sulle acute .. 

 

se poi sbaglio mi corrigerite ... 

 

però puoi rimediare con l'EQ benchè la cosodetta "aria in alto" non te la può ridare nessun EQ ..

 ma sono sottigliezze alla fin fine

 

l'importante è che quando hai finito sei soddisfatto di ciò che senti (credo) ...

Re: Scheda audio e risultato sonoro finale

Oltretutto, la Saffire lavora fino a 96 Khz mentre la Impact Twin lavorava fino a 192 Khz

 

Il fatto che da un punto di vista elettronico dei componenti siano in grado di lavorare ad una frequenza superiore non significa che quando vengono usati alla stessa frequenza operativa standard (44/48) gli uni lavoreranno meglio degli altri.

 

 

 

 

Ciao !
Maurizio

Re: Scheda audio e risultato sonoro finale

ma in ogni caso, qui si parla appunto a PARITA' di condizioni di una leggera ma diversa sonorità tra le 2 schede usate.

 

Cioè quindi ci stai dicendo che due schede DIVERSE suonano un po' DIVERSE? Non l'avrei mai detto, giuro! :)

 

Sulla frequenza di campionamento, i convertitori lavorano internamente in oversampling (ma già da 15-20 anni) cioè a una frequenza campionamento molto più alta di quella specificata. Ecco dove sta l'inghippo del marketing... Sono cose risapute nell'ambito dell'audio digitale.

 

E comunque ragazzi sono tutte seghe mentali a livelli da fantascienza... Tantissimi dischi sono stati elaborati con macchine digitali con convertitori NETTAMENTE inferiori a quelli disponibili oggi a buon mercato, eppure suonano da urlo... Perché? Ecco, forse il fattore dirimente sulla qualità finale del prodotto non è il convertitore, ma qualcos'altro (e non sto a ripetermi, l'ho già detto).

Re: Scheda audio e risultato sonoro finale

Ma guarda Frapox ... io di schede ne ho avute tra le mani tante, e anche tra le più costose, visto che ai tempi potevo permettermelo ( ora non più ), ma non ho mai riscontrato diversità avvertibili, e le uniche schede che appunto danno un risultato diverso, da prove effettuate personalmente, sono proprio le Focusrite.

Quindi, non è che tutte le schede audio danno risultati sonori diversi in ascolto, ma nel mio caso, posso dire che questo appunto succede solo con le Focusrite, e siccome ascolto musica tutti i giorni e per 12/16 ore al giorno, penso di avere un orecchio ormai ben allenato :-)

 

Per quanto riguarda il risultato finale, è inutile che la meni sempre con la solita PIVA !!!!!!!!!!!

Se prima, ero soddisfatto del risultato sonoro, vuol dire che la mia catena è più che soddisfacente, ALMENO PER ME, e se ora c'è qualcosa che non torna rispetto a prima, non è sicuramente per la CATENA, altrimenti il problema si poneva anche prima !!!!

 

Hai capito questa volta, o devo farti uno schizzo ???

Re: Scheda audio e risultato sonoro finale

Capisco benissimo rtbrunello quello che hai detto. Forse sei tu che non capisci quello che ti si dice. Semplicemente si discuteva su tuo incipit "influenza sul risultato dei convertitori".Semplicemente il mio discorso era generico, non riferito a te in particolare. Come sempre pensi che ci si riferisca sempre a te, alla tua situazione, sbagliando. :)

 

Anch'io ho avuto per le mani diverse schede audio, ho lavorato in alcuni posti con macchine diverse (anche registratori digitali stand alone con convertitori nettamente inferiori di quelli oggi disponibili, leggi Tascam DA-88).

 

In nessun caso mi sono mai posto il problema, o meglio, in nessun caso mi sono fatto pipponi sul fatto che i converitori potessero inficiare il risultato finale, perché conosco un po' di teoria sull'audio digitale e perché si presume che l'hardware con cui lavoro sia adeguato.

 

Nel tuo caso specifico, se hai cambiato la scheda audio e c'è "qualcosa che non torna" può essere che allora sia la scheda audio a suonare diversamente -- nessuno ti contesta questo -- del resto è ovvio anche a un bambino che due macchine DIVERSE non saranno UGUALI sotto ogni aspetto, giusto? Ma che le differenze nell'ascolto siano nei CONVERTITORI, e questi colorino il suono, permetti che ne dubito alla grande! All'interno di una scheda ci sono molti circuiti (preamp, filtri, trasformatori, generatore di clock, interfaccia usb/firewire) che manco sto a dirti... anche perché non sono un ingegnere elettronico e anche me ne frego un po' sinceramente.

 

Adesso è chiaro o vuoi un disegnino? :)

Re: Scheda audio e risultato sonoro finale

Se prima, ero soddisfatto del risultato sonoro, vuol dire che la mia catena è più che soddisfacente, ALMENO PER ME, e se ora c'è qualcosa che non torna rispetto a prima, non è sicuramente per la CATENA, altrimenti il problema si poneva anche prima.

 

Certamente, ma appurato il fatto che la differente componentistica tra 2 apparecchiature elettroniche produce una differenza di suono sui monitor e cuffie con cui lavori abitualmente, non significa che un prodotto sia migliore o peggiore dell'altro. (soprattutto quando si stanno paragonando prodotti che sono in una fascia analoga di prezzo-qualità)

 

Hanno caratteristiche operative differenti.

 

Sul risultato finale  però devi stare tranquillo perchè  nessun prodotto o quasi è in grado di impedirti di raggiungere il risultato che hai in mente.

 

Semplicemente dopo un po' di lavoro ti abituerai alle caratteristiche del prodotto che stai utilizzando e agirai di conseguenza (principalmente di EQ) per trovare la pasta di suono che ti soddisfa di più.

 

 

 

 

Ciao !
Maurizio

Re: Scheda audio e risultato sonoro finale

Il circuito di un convertitore non è costituito solamente dal chip che ne esegue la conversione, anche perché la maggior parte dei costruttori di schede audio utilizzano chip costruiti da altre aziende, vedi AKM, CIRRUS LOGIC,TEXAS INTRUMENTS, SABRE,ecc....,ma anche da una parte analogica e questa parte influisce molto su come sarà il suono insieme ad un'altro componente, l'oscillatore al quarzo che ha il compito di generare il clock che definisce il tempo di conversione. Vien da se che schede audio con lo stesso chip possono avere suoni molto differenti tra di loro e non per questo essere sbagliati. Sono pochissimi i produttori che fanno tutto in casa.... Se non fosse così sarebbe difficile pensare ad un continuo miglioramento nella risposta sonora e gamma dinamica. Vorrei ricordare come una scheda audio Emu 1820 aveva gli stessi chip usati anche dalla allora Digidesign nei suoi convertitori di fascia alta.... Ma non per questo la 1820 suonava come la Digidesign.
Il cambio di un convertitore anche in studi di rilevanza mondiale è un processo che viene affrontato sempre con molta attenzione. E non sempre avviene per volontà di un miglioramento sonoro ma più per un problema tecnico che ha portato al guasto e quindi la necessaria sostituzione. L'unico fattore che oggi rimane immutato di fronte a tutto ciò è quello che avviene dentro il computer ed è l'unica cosa sostituibile e riproducibile esattamente alla stessa maniera mentre le variabili rimangono i convertitori, l'outboard, i monitor,l'acustica ed infine l'orecchio,il più difficile da addomesticare.....

Analog Mind in a Digital World

A.L.E.
Absolutely Last Effect
http://soundcloud.com/absolutelylasteffect

Re: Scheda audio e risultato sonoro finale

Certo, ci saranno pure schede più costose e schede economiche. Ma oggi, a meno di prendere i due estremi -- una scheda super costosa e una di infima qualità -- nella fascia "media" la qualità è sempre più o meno alta a sufficienza per lavorarci e fare cose perfette. Per fare qualche nome: Motu, Focusrite, RME, Presonus.

 

Non a caso molti produttori EDM fanno dischi con la scheda audio integrata, o con schede budget, tipo le focusrite Scarlett. E non credo si pongano il problema se il convertitore incida sul "risultato finale".

 

Ricordiamo anche, così per dire, che Beringher ha acquisito Midas qualche hanno fa', così che anche il marchio più "scadente" dell'audio s'è rifatto una facciata e si aggiunge alle possibilità per chi vuol spendere poco anche nell'ambito delle interfacce.

 

E inoltre le interfacce di Digidesign (per riprendere l'esempio di Alessandro) sono state vendute in gran parte perchè erano l'unico modo per accedere al mondo di ProTools|HD, altrimenti non so quante ne avrebbero vendute...

Re: Scheda audio e risultato sonoro finale

Piuttosto, se oggi mi dovessi porre il problema di che scheda prendere, ne sceglierei una di un marchio che garantisce un supporto buono... visto che gli aggiornamenti degli OS sono molto più frequenti di una volta. E in questo non è che Focusrite brilli....

Re: Scheda audio e risultato sonoro finale

Io ho scelto Focusrite, in primis perchè volevo rimanere per ora fedele al collegamento Firewire, visto che non mi andava a genio passare al sistema usb, e visto che il mio mac pro non ha la tunderbolt.

Quindi, stando sulla Firewire, non è che avevo molta scelta, e inoltre era importante il costo, visto che piuttosto che spendere un migliaio di euro per una RME avrei preferito buttarmi nel lago con un sasso al collo.

Inoltre, la Saffire 26 ha tutto quello che mi serviva a livello IN e Out

Per la registrazione della voce, visto che il risultato è risultato più scadente rispetto alla TC Electornic, mi sono affidato ad un pre della DBX, e cioè il 286s, ( regalatomi da un amico del cuore ) e ho ottenuto con quest'ultimo gli stessi risultati che più o meno avevo prima.

Se avessi avuto i mezzi, avrei preso il modello 676 della DBX, visto che ne parlano un gran bene, ma in ogni caso, essendo che la mia voce non è apprezzata nell'anbiente del ballo, ed essendo quindi che non devo fare io i CD, alla fine, il risultato è più che soddisfacente.

Comunque, finora, sia con Mavericks che con El Capitan, la Focusrite sta andando alla grande e senza problemi, e spero vada avanti così.

Re: Scheda audio e risultato sonoro finale

Te lo auguro!

 

A me, la Scarlett 6i6 ha dato problemi assurdi di latenza che si ripercuotevano nella registrazione sballata degli eventi Midi. Soluzione: abbassare al minimo la latenza (finché la CPU regge) in registrazione. Ma sono su Win, su Mac penso vada meglio.

 

La Saffire 26, se non ricordo male, ha dato problemi a più di un utente -- su questo forum c'era un thread dedicato -- ma adesso dovrebbero essere stati tutti risolti.

 

Il supporto... ti auguro di non doverlo contattare mai. A me, per la questione di cui sopra, hanno risposto nel merito dopo appena 2 mesi e mezzo.... Inaccettabile per chi ne fa un uso pro.

Re: Scheda audio e risultato sonoro finale

Mi sto toccando Frapox :-)

Comunque, se appunto va bene come sembra anche su El Capitan, visto che appena mollo Mavericks è mia intenzione rimanere almeno per 3 o 4 anni con El Capitan, a livello driver e affidabilità spero proprio di non aver problemi !!!

Se poi parte la scheda, la mando direttamente in Thomann e si aggiusteranno loro :-)

Re: Scheda audio e risultato sonoro finale

Il supporto... ti auguro di non doverlo contattare mai. A me, per la questione di cui sopra, hanno risposto nel merito dopo appena 2 mesi e mezzo.... Inaccettabile per chi ne fa un uso pro.

 

A me ancora non rispondono dopo due anni...

 

 

UgOT

http://trafficarte.wordpress.com/

Re: Scheda audio e risultato sonoro finale

Si ... vabbè ... ma perchè a me invece hanno risposto subito anni fa e perchè a Me la Saffire da 300 € non ha mai dato mezzo problema al mondo ?

E perchè i driver funzionano dappertutto (Mavericks, Yosemite, El Capitan, Sierra) pur essendo sempre gli stessi da almeno due anni ... ?

Sono solo fortunato ??? 

Re: Scheda audio e risultato sonoro finale

Si ... vabbè ... ma perchè a me invece hanno risposto subito anni fa e perchè a Me la Saffire da 300 € non ha mai dato mezzo problema al mondo ?

E perchè i driver funzionano dappertutto (Mavericks, Yosemite, El Capitan, Sierra) pur essendo sempre gli stessi da almeno due anni ... ?

Sono solo fortunato ???

 

Qualche tempo fa, sono andato a cercare su forum internazionali come Gearslut una soluzione al mio problema e ho constatato che non ero l'unico, c'erano diversi altri utenti con gli stessi problemi con la Scarlett su Win... su Mac come ho detto, la scheda va meglio sicuramente! La Saffire è un altra serie (firewire) e quindi non direttamente paragonabile... Brunello stai tranquillo.

 

Il fatto che non aggiornino spesso i driver può essere indice di estrema cura nella release iniziale oppure -- dal mio pdv più probabile -- un certo "disinteresse" a supportare hardware già uscito. Che quest'ultimo funzioni anche con i nuovi OS è una buona cosa ma i driver possono sempre essere affinati e migliorati. E il fatto che rispondano con un certo ritardo (variabile) non è una mia invenzione... (vedi ugot). Poi che non lo facciano con tutti è un altro discorso, boh.

 

 

Re: Scheda audio e risultato sonoro finale

Bò. Infatti. Non lo so manco io.

 

Io so solo che ad esempio la Motu ha dato problemi di driver e di gestione a molti nostri amici qui su musimac.

Altri dicono l'opposto !

 

Io so che qui alcuni hanno avuto eperienze disastrose con Focusrite. Poi tornate a posto con  successive release del sofware aggiornato. Altri ne hanno sempre parlato bene. Io per esempio. Ma anche altri che prima frequentavano assiduamente musimac. Paolo ci sei ?

 

Non è che per caso ad ognuno le cose vanno come vanno senza accessiva colpa delle Ditte che fanno le schede quanto piuttosto con l'OS che hanno aggiornato o meno o come hanno trattato il loro Mac ?

 

vallo a sapere .... 

 

Per esempio quando avevo la Apogge Ensemble  (dopo della mia Motu Ultralite) erano più le volte che il software di controllo non funzionava a dovere che altro  (erano persino lenti nell'aggiornare i Driver !) 

 

Per non parlare della tanto celebrata RME Fireface UFX che ad un certo punto, all'improvviso, aveva il display che ballava tutto come se avesse preso la scossa (facendo prendere un colpo a me che lo guardavo esterrefatto !)

 

Ripeto con la mia Saffire manco mezzo che mezzo problema da quando l'ho attivata. 

 

Bò. 

 

 

Re: Scheda audio e risultato sonoro finale

Non è che per caso ad ognuno le cose vanno come vanno senza accessiva colpa delle Ditte che fanno le schede quanto piuttosto con l'OS che hanno aggiornato o meno o come hanno trattato il loro Mac ?

 

Si certo, ma uno è uno caso, due sono una coincidenza, tre sono una prova.

Le esperienze singole hanno un importanza relativa. Io sopra parlavo di vari utenti che riportano tutti le stesse cose!

 

Dai feedback che si leggono in rete E per esperienza personale, RME e Motu sono un gradino sopra, come affidabilità e assistenza. Motu aggiorna i driver costantemente (lo so perché ho avuto una Traveler per parecchi anni). Poi non voglio gufare nessuno eh. :)

Re: Scheda audio e risultato sonoro finale

Approfitto del post di Romeo dove è stata menzionata la Apogee Ensamble, per stendere un velo pietoso su questa scheda, che mi ha dato spesso più problemi che altro.

E per fortuna che Apogee doveva andare a braccietto con Mac in grande stile !!!!!!!!!!!

Tra restituzioni e altro, ne ho avute 3 tra le mani, e tutte e 3 con problemi di rumori audio e di driver che spesso mandavano la scheda nel pallone.